Marche: colli e città innevate per un turismo invernale

4' di lettura Fano 12/01/2022 - L'inverno: una stagione tanto attesa dagli amanti dello sci e, al tempo stesso, temuta da chi non sopporta pioggia, neve e basse temperature. Ma l'inverno è anche la stagione dei mercatini di Natale, delle cioccolate gustate in baita e delle visite alle città d'arte innevate. Le Marche costituiscono una delle Regioni più interessanti della nostra Penisola, da visitare anche nel periodo invernale. Tra le città e i borghi da non perdere rientrano realtà come:

Ascoli Piceno
Castelfidardo
Cingoli
Gradara
Loreto
Mondavio
Offagna

Queste e altre località del territorio marchigiano verranno prese in esame nelle prossime righe. L'obiettivo è fornire degli spunti interessanti per un breve soggiorno da concedersi nel corso delle prime settimane del 2022.

Urbino e Ascoli Piceno
Urbino, capace di risollevarsi dalla crisi seguita alla Pandemia, è davvero ricca di testimonianze storiche e architettoniche. Il suo fulcro è il Duomo, ma non meno affascinanti sono il Palazzo Ducale e la Casa di Raffaello. Raggiungendo il Palazzo Ducale, e varcando l'ingresso della Galleria Nazionale, è possibile ammirare capolavori realizzati da artisti del calibro di Piero della Francesca, Tiziano e Paolo Uccello. Suggestiva è anche Ascoli Piceno, città celebre per le sue cento torri; e chi lo desidera potrà ammirarle seguendo un apposito itinerario. Famosa, sempre ad Ascoli, è Piazza del Popolo, una delle più ammirate dell'intera Penisola. Un grande contributo alla sua unicità è legato alla presenza di ben 59 archi, e di una pavimentazione in marmo travertino straordinariamente lucente. È consigliata anche una visita alla Chiesa di San Francesco. E perché non concedere alcuni scatti fotografici alla facciata del Palazzo dei Capitani? Opere firmate Tintoretto e Tiziano appaiono, invece, nel Palazzo del Comune, situato a Piazza Arringo.

Loreto e Frontignano
Tra le principali città delle Marche, raggiungibili facilmente in treno, spicca Loreto. La principale attrazione è il Santuario dedicato alla Madonna. Ma non si tratta certamente dell'unica destinazione imperdibile del Comune della provincia di Ancona. Se nei bracci occidentali del Palazzo Apostolico si trova il Museo dell'Antico Tesoro della Santa Casa, ad attirare numerosi turisti è anche il Cimitero militare polacco, posto a pochi metri di distanza dal centro storico. Inverno e sci: un connubio vincente. E diversi appassionati di montagna e attività invernali ne approfittano per soggiornare a Frontignano, località sciistica dei Monti Sibillini. A intrattenere i nottambuli, dal canto loro, sono una serie di locali.

Fermo e Recanati
Sono i portici l'elemento caratterizzante di Piazza del Popolo di Fermo. Vero centro della vita cittadina, racchiude palazzi storici di grande richiamo. Meritano una citazione, in particolare, la Pinacoteca Civica di Fermo e il Palazzo dei Priori. Quest'ultimo offre, tra gli altri, "L'adorazione dei Pastori", opera di Pietro Paolo Rubens, e la "Madonna dell'Umiltà" di Francescuccio Ghissi. Il palazzo permette di accedere alla biblioteca commissionata dal Cardinale Decio Azzolino in onore della Regina Cristina di Svezia. Oltre ai libri, a lasciare a bocca aperta è il mappamondo di quasi 2 metri di diametro che domina la sala principale. La sua unicità risiede nel fatto di essere formato da piccoli pezzetti di carta di Fabriano. L'immagine ottenuta descrive i continenti come apparivano all'epoca della sua costruzione, risalente al 1713. Appuntamento con la poesia è quello con Recanati, famosa per aver dato i natali a Giacomo Leopardi. Ogni vicolo vede protagoniste parole tratte dalle poesie dello stesso Leopardi. Da visitare anche Palazzo Leopardi, luogo frequentano dal poeta in gioventù, e la Casa di Silvia, la donna amata dal poeta. Un percorso ideale per una passeggiata alla scoperta delle opere leopardiane include Piazza Sabato del Villaggio, Via Monte Tabor e il Colle dell'Infinito, meta perfetta per ammirare l'orizzonte.

Placidamente affacciate sul Mar Adriatico, le Marche non solo sono apprezzate per la variegata conformazione morfologica, capace di regalare spiagge, colline e monti. Non è errato definire il territorio scrigno di testimonianze storiche davvero uniche. E il clima presente permette ai turisti di visitare la Regione in qualsiasi periodo dell'anno. E in questo 2022, tornare a popolare città in difficoltà post-Lockdown è il modo migliore per permettere all'Italia di recuperare un ruolo di prim'ordine nel panorama europeo.






Questo è un articolo pubblicato il 12-01-2022 alle 11:15 sul giornale del 12 gennaio 2022 - 38 letture

In questo articolo si parla di redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cEJx





logoEV
logoEV