SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Potenziamento centri vaccinali, la Regione lascia Pesaro Urbino a bocca asciutta. Vitri (PD): "Situazione disperata, Acquaroli se ne renda conto"

1' di lettura
1646

Dura protesta della consigliera regionale Micaela Vitri: “La giunta Acquaroli sa che a Urbino il centro vaccinale lavora solo mezza giornata? Sa che chi prenota oggi per seconda o terza dose nella  provincia di Pesaro-Urbino rischia di attendere marzo?".

Nel corso della seduta di ieri la giunta Acquaroli ha stanziato un milione di euro per potenziare sei punti vaccinali per la popolazione di Senigallia, Jesi, Fabriano, Civitanova Marche, Ancona e San Benedetto. Nemmeno uno nella provincia di Pesaro e Urbino, dove invece la situazione è disperata. Invece che aumentare i punti vaccinali nell’entroterra, da Cagli a Sassocorvaro, e prevedere stanziamenti per accordi integrativi con il personale medico disponibile a coprire turni nei diversi PvP, la Regione pensa di “tagliare la testa al toro” consentendo l’accesso al vaccino solo su prenotazione.

Lo stanziamento deciso ieri dalla giunta può essere vitale per alcuni territori, ma vorrei sapere perché tutta la nostra provincia sia rimasta esclusa. Perché non sono stati considerati i cittadini di territori come Urbino, Sassocorvaro, Cagli e Vallefoglia?

Inoltre ci risulta che il generale Figliuolo abbia offerto alle Regioni l’aiuto del personale sanitario dell’esercito, ma quando e come verrà impiegato nelle Marche? Ad oggi dalla Regione ancora nessuna risposta. Purtroppo la situazione è disperata e Acquaroli sembra non rendersene conto.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-12-2021 alle 19:17 sul giornale del 30 dicembre 2021 - 1646 letture