Dopo l'alluvione: chiesto lo stato di calamità per il risarcimento dei danni. Il Comune pronto a nuove soluzioni per risolvere le criticità

1' di lettura Fano 24/11/2021 - In seguito al copioso nubifragio che si è abbattuto la settimana scorsa nel territorio di Fano, in particolare nella zona di Ponte Sasso, i tecnici del Comune di Fano stanno eseguendo degli interventi di pulizia con l’obiettivo mantenere efficiente il sistema di smaltimento delle acque superficiali.

L’attuale contesto infrastrutturale ha palesato delle criticità che meritano un approfondimento di tipo idraulico, con la stessa modalità operativa di quanto fatto con il Rio Crinaccio, dove oggi la situazione è sensibilmente migliorata.

Per la settimana prossima il sindaco Massimo Seri sta programmando un incontro con i residenti della zona comunale interessata affinché vengano condivise le strategie che l’amministrazione intende declinare così da dipanare le criticità presenti. Infine, l'amministrazione ha richiesto lo stato di Calamità per avere ristoro per i danni subiti.

Seguono foto.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2021 alle 00:22 sul giornale del 24 novembre 2021 - 450 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, maltempo, alluvione, comune di fano, comunicato stampa, strada arzilla fango

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cvQu





logoEV
logoEV