San Costanzo: Massimo Conti presenta il libro "Quella carovana per Santa Tecla"

3' di lettura 18/11/2021 - Nuovo appuntamento per la rassegna autunnale alla Biblioteca di San Costanzo, presso Palazzo Cassi. Sabato 20 novembre, alle ore 17.30, Massimo Conti presenterà il suo libro "Quella carovana per Santa Tecla", pubblicato da Ventura Edizioni nel 2020.

Lo scrittore di origine bolognese ma residente a San Costanzo si presenta con uno spaghetti western ambientato nel Regno delle Due Sicilie. L'evento è organizzato da Biblioteche CoMeta in collaborazione con il Comune di San Costanzo - Assessorato alla Cultura. Il romanzo è ambientato nel 1861, quando la Calabria è in preda al caos e l’Unità d’Italia procede tra violenze e soprusi. Un gregge di pecore è in viaggio attraverso la Sila. Alla guida del gruppo di pastori c’è un ex ufficiale borbonico, soprannominato il Capitano, al quale il potente barone Don Aloia ha affidato, dietro lauto compenso, 500 pecore che dovranno servire a sfamare l’esercito piemontese che ha invaso il Sud d’Italia.

Un’impresa non priva di pericoli. La carovana deve raggiungere Santa Tecla, un piccolo borgo nei pressi di Salerno. Ma non tutto fila liscio e in un crescendo drammatico, ricco di colpi di scena, il Capitano e il suo giovanissimo aiutante, il pastore Ziriù, saranno coinvolti in un’avventura durante la quale verranno travolti, loro malgrado, dalla follia della guerra, tra agguati e sparatorie, immersi nella natura selvaggia della Sila, con un finale pieno di sorprese. Massimo Conti è laureato in sociologia. Dal 1999 al 2007 è stato consulente della Mediateca Regionale delle Marche per la quale ha curato il saggio “L’immagine delle Marche nel cinema italiano. Personaggi e luoghi della filmografia marchigiana e la Movie Map. Marche. I luoghi del cinema”.

Ha collaborato all’elaborazione delle brevi biografie sui cineasti marchigiani per il “Dizionario Biografico dei Marchigiani”, edizioni Il lavoro Editoriale. Nel 2011 ha pubblicato per Aras Edizioni il romanzo di viaggio “Traversine. 50 chilometri a piedi, da Fano a Urbino, lungo la ferrovia Metaurense”. Nel 2015 ha pubblicato, sempre con Aras Edizioni, “Il mare non ti parlerà. Un pellegrinaggio laico: la costa marchigiana dal San Bartolo alle Sentina attraverso il Conero”, secondo romanzo di viaggio di una trilogia dedicata ai viaggi dialettali. Nel 2016 ha curato il volume “Nelle Marche c'erano l'Etruschi. Le Marche e i marchigiani nel cinema: le battute più divertenti” per la casa editrice Affinità Elettive. Per Ventura Edizioni nel 2018 ha pubblicato “Westland” e nel 2020 “Quella carovana per Santa Tecla”. L'ultimo romanzo è del 2021, “Oplakebab” edito da Nulla Die Edizioni.

Per l'incontro del 20 novembre i posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria scrivendo a biblioteche.cometa@gmail.com o al 3517340503 (anche WhatsApp). L’ingresso è consentito rispettando tutte le misure di sicurezza previste. In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti, previste per tutti i luoghi di cultura italiani (D.L. del 23 luglio 2021), dal 6 agosto 2021 è obbligatorio esibire il Green Pass.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2021 alle 09:46 sul giornale del 19 novembre 2021 - 162 letture

In questo articolo si parla di attualità, san costanzo, Sistema Bibliotecario Cometa, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cuNu





logoEV