San Costanzo, negato consiglio comunale aperto sulla discarica con Seri e Paolini. L'opposizione: "Per Sorcinelli non è opportuno"

rifiuti 2' di lettura 18/10/2021 - Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Il Sindaco, continuando nella sua linea dello “splendido isolamento” e rifacendosi alle città-stato di ellenica memoria, ci ha informato di non voler invitare durante il Consiglio comunale sulla discarica che gli abbiamo chiesto, il Sindaco di Fano, Massimo Seri e il Presidente dell’assemblea dei sindaci, Giuseppe Paolini.

Il non ritenere opportuno di invitare e, quindi, evitare un’occasione di confronto pubblico con la persona sulla quale egli stesso, Sorcinelli, ha puntato il dito più volte durante l’assemblea pubblica di piazza Pascolini, il Sindaco di Fano e con la persona che presiede l’organo che ha approvato il Piano di gestione dei rifiuti, è incomprensibile.
Incomprensibile soprattutto se la volontà di questa Amministrazione fosse quella di presentarsi in maniera trasparente davanti ai cittadini per discutere il tema più importante per la nostra comunità da decenni. Il fatto di essere nel termine dei 60 giorni in cui presentare osservazioni al Piano approvato, e votato dallo stesso Sorcinelli, poco cambia.
La necessità di chiarire le posizioni del Sindaco di Fano che dice che il comportamento del nostro Sindaco in sede di Assemblea dei Sindaci fa sorridere perché prima ha protestato, ma poi ha votato il Piano, e del Presidente Giuseppe Paolini, che Sindaco di un territorio e Presidente della Provincia, ha portato in approvazione un Piano dei rifiuti che prevede che San Costanzo una comunità di meno 5000 abitanti diventi la discarica di una Provincia di oltre 2500 km quadrati di estensione.

Se il nostro Sindaco non vuole confrontarsi con chi i cittadini di San Costanzo hanno diritto di ascoltare per capire davvero ciò che sta succedendo non possiamo limitarci a prenderne atto, ma ribadiamo che un confronto durante il consiglio comunale, almeno con i gruppi di minoranza che hanno chiesto questo consiglio, ci sarà.
A questo punto, non possiamo che sperare che almeno un confronto con sé stesso il Sindaco riesca a farlo, un esame di coscienza su come stia gestendo questa difficile situazione per la nostra comunità. Sempre che lo ritenga opportuno e che riesca a trovare uno specchio che non gli risponda.


da
Domenico Carbone
Ermenegildo Bevilacqua
Nicoletta Carboni





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2021 alle 23:14 sul giornale del 19 ottobre 2021 - 208 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, san costanzo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/co3Q





logoEV