Gestione del magazzino: la sicurezza al primo posto

3' di lettura Fano 05/10/2021 - Un'impresa, che sia di grandi, medie o piccole dimensioni, dovrebbe poter contare su di un magazzino efficiente. Le operazioni che lo coinvolgono, se gestite con poco criterio, a lungo darebbero luogo a errori nella collocazione delle merci, con conseguenti ritardi nell'erogazione dei servizi.

E questo senza considerare infortuni e incidenti, a volte gravi. Anche per tale motivo, nel recente periodo le PMI, per mezzo di Confartigianato, hanno richiesto finanziamenti su misura.

Formazione, ispezioni e interventi di manutenzione

Tra le misure adottate, indipendentemente dal settore di riferimento, ad assumere un'importanza cruciale nella prevenzione è la formazione del personale che lavora in magazzino. A corsi programmati per illustrare come impiegare in modo sicuro, e allo stesso tempo efficace, le diverse attrezzature disponibili, dovrebbero affiancarsi manuali volti a indicare come operare nelle diverse aree di un impianto produttivo. Al fine di minimizzare il numero di incidenti, qualsiasi elemento presente in magazzino, sia esso un'attrezzatura o una merce, deve preservare condizioni ottimali. La medesima importanza è riconosciuta, in tale ambito, agli interventi di manutenzione e alle ispezioni di carattere periodico. Perché un ambiente di lavoro possa essere ritenuto idoneo, in particolare il magazzino, gli operatori sono tenuti a indossare capi d'abbigliamento consoni ai compiti da svolgere, accompagnati da DPI come:

  • casco
  • guanti
  • scarpe antinfortunistiche
  • tute

I lavoratori devono necessariamente rispettare le specifiche procedure previste per chiunque si muova in determinati ambienti.

Scaffalature: come monitorare il livello di usura

Le scaffalature destinate a essere installate in magazzino, oltre a rispondere alle normative esistenti, sono progettate per essere in grado di sostenere i carichi previsti. Il mercato delle attrezzature per il magazzino è sempre più vasto e differenziato, pronto a proporre soluzioni ad hoc. Purtroppo, i dati degli ultimi anni confermano come una percentuale elevata di incidenti sia la conseguenza di impatti diretti causati dei mezzi adibiti alla movimentazione. In base all'urto subito, le scaffalature corrono il rischio di collassare nell'immediato. Diverse strutture, pur evitando di "crollare", tendono a mostrare in seguito una capacità di resistenza inferiore. Anche un montante danneggiato potrebbe, in caso di nuovo impatto, cedere definitivamente fino al crollo. Ecco perché gli operatori dovrebbero poter contare su una formazione adeguata; sarà quest'ultima a favorire un corretto utilizzo delle attrezzature.

Mezzi di sollevamento e altri elementi legati alla sicurezza

Anche i mezzi di sollevamento sono inevitabilmente destinati a deteriorarsi con l'uso. Se ad esserne soggetti sono soprattutto ruote ed elementi mobili, non è rara neppure la comparsa di interspazi o la perdita di liquidi (che possono rendere scivolose le attrezzature). Onde prevenire tali problematiche spesso si ricorre a operazioni di controllo delle aree di movimentazione e stoccaggio con cadenza giornaliera. Occorre che gli ambienti risultino privi di rischi, e liberi da qualsiasi ostacolo (ad esempio dei cavi a terra), da liquidi sparsi o da qualunque altro elemento che potrebbe mettere a repentaglio la sicurezza. Ovviamente, gli operatori devono poter fare ricorso, in caso di pericolo, ad apposite uscite d'emergenza, a un adeguato kit di pronto soccorso e ad estintori.

Una qualunque realtà industriale che desideri automatizzare le diverse fasi della linea produttiva, necessita di moduli software con cui monitorare la movimentazione, il picking e lo stoccaggio delle merci, investendo cifre importanti. La difficile situazione che l'economia sta vivendo a causa delle conseguenze del Coronavirus, inoltre, ha reso più complicato trovare le risorse da riservare a tale aspetto. I contributi a sostegno stanziati dal Governo sembrano non essere ancora facilmente accessibili, o esserlo solo per alcuni soggetti economici. La speranza è che la situazione si sblocchi nel breve periodo, aiutando a ritornare con maggiore celerità alla normalità perduta.






Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2021 alle 15:17 sul giornale del 05 ottobre 2021 - 25 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cmIV





logoEV
logoEV