Un lungomare tutto nuovo: Sassonia, Torrette e Ponte Sasso, ecco come saranno

3' di lettura Fano 29/09/2021 - Valorizzare il lungomare, creando un connubio con la città e la zona di Torrette-Ponte Sasso”. Sono stati presentati oggi pomeriggio i progetti vincitori del concorso di idee legati al Waterfront.

Gli obiettivi ricercati li definisce il sindaco Seri: “La rigenerazione urbana, la correlazione tra il territorio e i suoi luoghi cardine con la creazione di un'immagine o brand per gli spazi di waterfront. In questo modo immaginiamo un nuovo sguardo sul mare in una posizione di dialogo con lo spazio costiero e urbano. La sfida principale dei progetti che hanno vinto è quella di riutilizzare gli spazi degradati, andando a puntare su quelli inutilizzati grazie alla definizione, di fatto, di nuovi tessuti urbani che dovranno garantire un elevata fruibilità. Ora ai vincitori andrà la progettazione esecutiva delle due sezioni considerate: 2,5 milioni di euro per il Waterfront urbano e 1,5 milioni di risorse per il Waterfront di Torrette-Pontesasso”.

Il vicesindaco Fanesi parla di “progettualità che guardano al futuro della città. Con i nuovi lungomare di Fano, Torrette e Pontesasso andiamo a sostenere il cambiamento affinché Fano sia più bella, più vivibile e più accogliente. I progetti saranno a stralci quindi puntiamo ad inaugurarne qualche segmento entro il 2024”. Ad aggiudicarsi il premio del "Waterfront urbano" è Andrea Govi, architetto 29enne di Milano che si è aggiudicato il premio di 15 mila euro.

“Era complicato intervenire - chiosa Adriano Giangolini - ma della progettualità è stata apprezzato l’inserimento del tema naturalistico insieme alle pavimentazioni di diverso tipo. La peculiarità risiede nella capacità dialettica del mare con il centro, puntando sullo sfruttamento di spazi per la socializzazione e la condivisione. Secondo Francesco D’Ercoli che ha ricevuto 9.500, mentre in terza posizione, con un premio di 6.500 euro, Elisa Cristina Cattaneo. Premio meritevole va ad un pool di studi di architettura capitanato da Proap Italia con Joao Nunes.

Mentre a Torrette è stato giudicato migliore il progetto presentato da Proap Italia, a cui è stata riconosciuta la somma di 15 mila euro: nello studio si valorizza la connessione tra il lungomare e il quartiere nevralgico della comunità con focus dedicati alla mobilità dolce e agli spazi aperti. Anche in questo caso a fare la differenza è stata la visione di insieme attraverso una sensibilità verso il tema marittimo. In seconda posizione si è classificato Massimiliano Ciccotti che ha ricevuto 9.500, infine in terza posizione con un premio di 6.500 euro Michele D’Amico, premio meritevole ad Andrea Govi. La commissione era composta dal presidente Adriano Giangolini, Prof arch Giuseppe Ciorra, Arch Federico Francolini, Ing Renato Morsiani, Dott Josep Ejarque.


Seguono le immagini dei progetti.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2021 alle 19:25 sul giornale del 29 settembre 2021 - 7694 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, ponte sasso, sassonia, comunicato stampa, lungmare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clBv





logoEV
logoEV