Fano 5 Stelle: al fianco dei cittadini per la tutela dell'ambiente naturale dell'Arzilla

foce arzilla 2' di lettura Fano 12/09/2021 - Ieri abbiamo partecipato al sopralluogo organizzato da alcune realtà ambientaliste sui bellissimi luoghi che saranno deturpati dallo scellerato progetto di ciclabile lungo il torrente Arzilla.

Come di consueto per la Giunta Seri, l’iter di questa opera non è stato certo illuminato dai fari della partecipazione e della trasparenza, che avrebbero contribuito a individuare i piccoli interventi di manutenzione davvero necessari a rendere più fruibile il percorso esistente da 25 anni, a costi contenuti e nel rispetto dell’ambiente.
Il Movimento 5 Stelle ha evidenziato le carenze di questo progetto fin dalla sua versione originaria del 2018, ancora più impattante, approdata in consiglio senza alcun confronto preventivo con i cittadini, ma “aggiustata” in parte solo a posteriori a causa delle sacrosante proteste scaturite e della scarsità di fondi. Non si è più saputo niente del destino di quest’opera finché, lo scorso maggio, non abbiamo ottenuto con un nostro accesso agli atti la nuova versione del progetto, che rimaneva inaccettabile ed evidenziava l’irrazionale disomogeneità dell’intervento.
Lo scorso 15 luglio abbiamo portato le nostre perplessità, condivise con molti ambientalisti, in consiglio comunale grazie ad una interrogazione che avanzava anche una proposta alternativa, caratterizzata da maggiore omogeneità e fruibilità, oltre che da un costo inferiore e dal rispetto della bellezza del luogo. Queste rivendicazioni, insieme all’antica suggestione di un parco fluviale e all’opportunità di dirottare le risorse su un nuovo tracciato tra via Paleotta e viale Frusaglia che costeggi la pista Zengarini, sono state fermamente bocciate dalla Giunta con le parole dell’assessora Tonelli, convinta che l’attuale percorso debba diventare una ciclabile a tutti gli effetti urbana, come se corresse in un’area edificata anziché in un ambiente di fatto fluviale. Sempre in nome della trasparenza, la stessa assessora non ha però comunicato che, quello stesso giorno, Aset aveva avviato la gara di appalto dei lavori.
Quello che tanti cittadini ora chiedono non è certo di bloccare l’iter, ma di accettare varianti progettuali in corso d’opera che possano evitare interventi inutili e dannosi come l’abbattimento di oltre 30 alberi, la stesura di asfalto e l’installazione di gabbionate, facendo invece ciò che serve davvero. Noi continuiamo ad essere al fianco di tutti coloro che hanno a cuore la tutela dell’ambiente e di una mobilità davvero sostenibile, rimanendo a disposizione per chiedere in tutte le sedi una revisione del progetto.

da Fano 5 Stelle
Tommaso Mazzanti, Francesco Panaroni, Matteo Giuliani





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2021 alle 08:33 sul giornale del 13 settembre 2021 - 186 letture

In questo articolo si parla di politica, arzilla, fano 5 stelle, matteo giuliani, tommaso mazzanti, comunicato stampa, Francesco Panaroni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ciOE





logoEV