Aset: Fanesi, Fumante, Nicolelli e Perini, "Strategici gli investimenti comuni"

2' di lettura Fano 29/07/2021 - Sulla vicenda Aset, il PD deve intraprendere un percorso, frutto anche della sua storia politica, che abbia come fine l'inserimento della città di Fano e del suo territorio in una visione strategica e condivisa nel quadro provinciale.

Sulle questioni strategiche in materia di servizi, la città Fano non può più permettersi di restare chiusa in se stessa, ma al contrario, con i suoi indirizzi politici deve tornare ad essere nuovamente il punto di riferimento di tutto il territorio.

Per questa ragione crediamo che l'ultimo "non" confronto avuto all’interno degli organismi del Partito Democratico sia stato ostacolato da posizioni radicali ed intransigenti che ne hanno precluso gli intenti, rimanendo di fatto una grande occasione persa.

Per perseguire delle politiche strategiche nell'interesse dei cittadini, occorre stipulare accordi per il territorio con partner affidabili, certi e con una storia passata già collaudata.

ASET e MMS operano negli stessi settori - collaborando da tempo nel ciclo idrico integrato in particolare nel servizio di acquedotto per la captazione e la potabilizzazione - e all’interno dello stesso ambito territoriale: un requisito che, così come prevede la legge in materia, dovrà avere nel breve-medio termine omogeneità di servizi ed avere impianti comuni per tutto il territorio provinciale.

Per questa ragione, nel ciclo dei rifiuti riteniamo strategici gli investimenti comuni a partire dal biodigestore di Vallefoglia: un primo passo che andrebbe nella direzione di una partnership da valutare in futuro anche per successive collaborazioni.

Per noi ASET è un bene del territorio, posseduto dagli utenti e dalle amministrazioni locali che li rappresentano e che nel tempo hanno avuto fiducia in questo progetto come aggregazione per migliorare tutti i servizi pubblici locali.

Ma per mantenere alto il suo valore, ASET deve continuare ad investire nell’impiantistica e nel miglioramento della gestione dei rifiuti e dell’economia circolare nel proprio territorio, ma nell’ottica di una governance funzionale condivisa all’interno dell’ambito provinciale.

Le riforme abilitanti, quali interventi funzionali a garantire l'attuazione del PNRR promosso dall’attuale Governo, ci obbligano ad accelerare verso una strategia territoriale condivisa che ci deve portare ad una partnership ancora più stretta nell’ambito dei servizi pubblici locali in quanto pare inevitabile una riforma complessiva della concorrenza che agevolerà gare e ridurrà in questo ambito la gestione in house imponendo alle amministrazioni una motivazione anticipata rafforzata che giustifichi il mancato ricorso al mercato.

Solo andando in questa direzione potremmo, senza retorica propagandistica, garantire tutti gli investimenti fatti finora grazie al contributo di tutti i cittadini a cui ASET dà il proprio servizio.


da Il Vice Sindaco
Cristian Fanesi

I Consiglieri Comunali
Enrico Fumante
Enrico Nicolelli
Federico Perini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2021 alle 16:10 sul giornale del 30 luglio 2021 - 186 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccEF





logoEV
logoEV