San Costanzo: in biblioteca la presentazione del libro sulla toponomastica femminile

3' di lettura 17/07/2021 - Terzo appuntamento della rassegna "A riveder le stelle" alla corte di Palazzo Cassi, presso la Biblioteca di San Costanzo. Martedì 20 luglio alle ore 21 le docenti Maria Grazia Battistoni e Anna Tonelli presenteranno il libro "Sulle vie delle donne. Toponomastica femminile nella città di Fano", pubblicato da Aras Edizioni per la collana I volti di Clio.

Un testo che spiega perché nella cittadina marchigiana le strade con nomi femminili sono poco numerose, una ricerca d’archivio sulle procedure adottate e sugli ostacoli che hanno impedito di dare visibilità alla memoria femminile. Si parla di Fano, ma potrebbe essere uno qualsiasi dei tanti Comuni italiani. L'incontro sarà moderato dall'Assessore alla Cultura Anna Maria Sabatini. Sollecitate dall’interesse nazionale per l’argomento e dagli esiti della ricerca condotta da Toponomastica Femminile, le autrici hanno avviato nella loro città, Fano, uno studio di carattere storico e archivistico attraverso i nomi delle strade e delle piazze dei vari quartieri con attenzione alle targhe denominative, consapevoli che l’attribuzione dei nomi agli spazi urbani risponde alla necessità da parte della comunità di conservare la memoria ed edificare un immaginario collettivo in cui riconoscersi.

Da questa minuziosa ricerca sono emersi aspetti inediti della storia di Fano, sia attraverso i nomi dei personaggi a cui sono state intitolate le vie, sia attraverso l’operato degli uffici amministrativi e del loro rapporto con i cittadini. L’obiettivo è stato quello di conoscere e far conoscere a tutta la cittadinanza, specie le nuove generazioni, uno spaccato della città,evidenziando i vuoti relativi alla storia delle donne. Fano si presenta come caso-studio per evidenziare un messaggio universale, ovvero, se occorre essere nominate per essere ricordate, è necessario riequilibrare e rendere visibile il talento delle donne nelle strade della città. Di tutte le città. Maria Grazia Battistoni, docente di filosofia e storia nei licei, è studiosa del pensiero femminista e della storia delle donne, in particolare nell’ambito della Resistenza. Tra i suoi scritti si ricorda"Leda. La memoria che resta" con Anna Paola Moretti, in collaborazione con la sezione ANPI diFano.Anna Tonelli, già docente di lettere, da anni rivolge il suo interesse allo studio della storia di Fano e alla salvaguardia dell’ambiente, in particolare si è adoperata per la realizzazione di un parco urbano nell’ex Campo d’Aviazione di Fano.

I prossimi incontri della rassegna "A riveder le stelle" si terranno sempre alle ore 21, nella corte di Palazzo Cassi. Martedì 27 luglio la scrittrice Francesca Giommi presenterà il libro "La figlia del Maharaja. Viaggio in India", mentre giovedì 29 luglio la professoressa Dolores Belacchi condurrà un incontro dedicato a "Hermann Hesse e i colori dell'anima". La serata di martedì 3 agosto vedrà protagonista lo scrittore e concittadino Massimo Conti che presenterà il libro "Oplàkebab". Infine,venerdì 6 agosto la rassegna si chiuderà con lo spettacolo di Massimo Spagnuolo e il suo monologo teatrale dal titolo "Le Api, l'Universo e tutto quanto".I posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria tramite messaggio sulla pagina Facebook della Biblioteca comunale di San Costanzo, la mail biblioteche.cometa@gmail.com o il telefono3485234732 (anche WhatsApp).

La rassegna è organizzata da BibliotecheCoMeta in collaborazione con i Comune di San Costanzo - Assessorato alla Cultura. L'ingresso è consentito rispettando tutte le misure di sicurezza previste.Info: Biblioteca Comunale “Don Antonio Betti”presso Palazzo Cassi, piazza della Vittoria 9San Costanzo (PU) Tel. 3485234732e-mail: biblioteche.cometa@gmail.comwww.sistemabibliotecariocometa.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2021 alle 10:05 sul giornale del 19 luglio 2021 - 170 letture

In questo articolo si parla di cultura, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/caRJ





logoEV
logoEV
logoEV