Metauro, Ruggeri (M5S): "Un passo avanti per il progetto contro il dissesto idrogeologico"

fiume Metauro 2' di lettura Fano 29/06/2021 - Incalzata da Ruggeri di M5s, la giunta regionale annuncia che la Provincia ha ricevuto i documenti per la Via. Contestata eccessiva lentezza.

Eppure si muove il progetto contro il dissesto idro-geologico del fiume Metauro, a Fano nella zona della foce. «Ho sollecitato maggiori informazioni su un procedimento che sta evidenziando una certa lentezza, ottenendo dall’assessore Stefano Aguzzi la notizia che la Provincia di Pesaro e Urbino ha ricevuto cinque giorni fa tutti i documenti necessari alla valutazione di impatto ambientale», spiega la capogruppo in consiglio regionale di M5s, Marta Ruggeri. Durante la seduta odierna è stata discussa l’interrogazione depositata dal gruppo pentastellato (ne fa inoltre parte la consigliera Simona Lupini) sulle misure per mitigare il pericolo di esondazioni e di conseguenza per evitare il ripetersi di episodi rovinosi come nel 2006. Il tratto di fiume in questione va dalla foce del fiume Metauro fino al viadotto autostradale ed è lungo 2 chilometri e 300 metri. «Sono disponibili circa 900.000 euro – prosegue Ruggeri – e l’assessore Aguzzi ha auspicato che i lavori possano essere completati entro il prossimo anno.

L’opera arriverebbe dunque a tre anni dal piano ProteggItalia redatto dall’allora ministro all’Ambiente, Sergio Costa dei 5 Stelle, che ha stanziato queste risorse. Vigileremo sulla tempistica fornitaci in aula, per evitare che un intervento tanto importante subisca ulteriori slittamenti». Un rimprovero rivolto in particolare alla precedente amministrazione marchigiana, cui Ruggeri attribuisce inoltre una grave disattenzione: «Nel 2019 ero candidata a sindaco di Fano e fui sorpresa in negativo dal fatto che la Regione non avesse usufruito delle opportunità fornite da ProteggItalia per il contrasto all’erosione marina. Furono invece individuate le risorse per mettere in sicurezza la foce del fiume Metauro, poi per mesi e mesi rimase tutto fermo e silente». Durante la seduta è stata ribadita la fragilità della zona (di interesse comunitario e sottoposta a protezione speciale), com’è stato evidenziato anche da un recente studio disposto dalla Regione.


da Marta Ruggeri
Consigliere regionale M5S





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2021 alle 18:00 sul giornale del 30 giugno 2021 - 161 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, complanare, consiglio regionale delle marche, metauro, consigliere regionale, Movimento 5 Stelle, M5S, marta ruggeri, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b9oN





logoEV