Il Terzo Settore concorda sulla scelta del Consiglio sulla mozione approvata per la migliore forma giuridica per l'Ambito Sociale 6

anziani 2' di lettura Fano 23/06/2021 - Il forum del terzo settore ha appreso con evidente grande soddisfazione l’approvazione della mozione nel consiglio comunale di Fano tenutosi lo scorso 17 giugno, presentata dal Movimento 5 Stelle, sulle linee di indirizzo che l’Ambito Sociale 6 dovrà prendere per la scelta della forma giuridica per la gestione associata dei servizi.

Il Consiglio Comunale che rappresenta il comune capofila, ha deciso praticamente senza voti contrari, di procedere ad una approfondita valutazione delle varie forme che possono essere scelte senza escluderne preliminarmente alcuna,dando pertanto seguito a quanto la Regione Marche ha richiesto per l’approvazione dei piani territoriali sociali. Sempre nella stessa mozione si precisa che per arrivare alla fase della scelta finale si deve procedere coinvolgendo tutte le rappresentanze sociali e in primis quelle che si occupano direttamente nel territorio di welfare ( associazioni di volontariato, di promozione, sociale, delle cooperative sociali, delle fondazioni di comunità e delle onlus) di fatto il Terzo Settore e che una recente sentenza della Corte Costituzionale ha certificato come soggetto al pari della Pubblica Amministrazione titolate al raggiungimento del bene comune.

Quanto da tempo avevamo richiesto in tutte le sedi nelle quali ci interfacciamo con i Comuni e gli Ambiti sociali ci è stato pienamente accolto dalla mozione. Concordiamo inoltre che è giunto il momento, dando piena attuazione alla legge di riforma della 328/00, anzi siamo in forte ritardo, rispetto a tante altri comuni in Italia, di passare da una formula non più adeguata quale quella attuale della “convenzione” .

Infatti un Ambito che gestirà sempre più importanti risorse che negli scenari della post pandemia saranno assegnati per il rafforzamento del welfare deve assolutamente attrezzarsi. Sono previste risorse aggiuntive del Fondo Sociale Europeo nelle misure di inclusione sociale, risorse dedicate del Pnrr oltre che quelle trasferite dalle leggi di settore tutte che saranno da utilizzarsi con processi di coprogettazione e coprogrammazione e per tali complesse procedure è necessario poter disporre di un Ambito con piena autonomia gestionale. Per questo bene ha fatto la politica e i nostri consiglieri comunali, superando le divisioni, di prendere una saggia decisione.

Noi da parte nostra ci mettiamo a disposizione dei Consigli comunali del 9 comuni dell’Ambito, con le nostre conoscenze e competenze e con le reti nazionali a cui facciamo riferimento, per contribuire affinchè tale scelta possa risultare la migliore per il nostro welfare di comunità.


da Forum del Terzo settore delle Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2021 alle 10:12 sul giornale del 24 giugno 2021 - 220 letture

In questo articolo si parla di attualità, anziani, Forum del Terzo settore delle Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b8iy





logoEV
logoEV
logoEV