Pdf sui parcheggi a pagamento: "Alla Giunta di Fano non interessa il bene comune"

2' di lettura Fano 13/06/2021 - Non è molto chiaro cosa c’entrino i parcheggi a pagamento con la sicurezza della circolazione di Via Dante, anzi, è un’ulteriore dimostrazione di quanto alla Giunta di Fano non interessi il bene comune ma solo trovare il modo di spillare qualche monetina ai cittadini, è la risposta di Amadei Gabriele, coordinatore provinciale del Popolo della Famiglia di Pesaro-Urbino, relativamente ai parcheggi a pagamento e alla situazione dei percorsi pedonali di Via Dante in zona Sassonia.

Le due problematiche non si escludono a vicenda, anzi l’istituzione dei parcheggi a pagamento sicuramente aggraverà traffico e situazione di parcheggi nelle strade parallele. E’ invece il caso di unire gli sforzi di entrambe le istanze affinché il Comune rinunci a iniziative solo economiche e risolva i ben più gravi problemi della sicurezza dei cittadini della zona così a lungo trascurati.

Non c’entra nulla nemmeno il fatto che altre località marchigiane abbiano implementato i parcheggi a pagamento prospicenti gli stabilimenti balneari. Se è tale la contestazione, perché non è stata applicata dieci anni fa quando il tenore di vita e le possibilità economiche delle famiglie erano migliori?

E’ questo invece il problema cruciale: ora, in questo momento, dopo un anno e mezzo di sacrifici e soprattutto di blocco forzato delle attività turistiche e ricreative, imporre questo ulteriore tributo è inopportuno, inutile e dannoso.

Se ne potrà discutere per il prossimo anno (speriamo che tutto vada liscio per il resto dell’anno), ma a fronte di un PIANO preciso e finalizzato della viabilità, sicurezza e parcheggi nei quartieri Lido, Sassonia e di tutta la cittadina. E non solo per i turisti, ma anche per i residenti.

La cittadina ha una infinità di risorse che devono essere valorizzate, pubblicizzate, e soprattutto rese disponibili, usufruibili da un turismo che ormai solo in minima parte è disposta al solo ombrellone-sdraio-spiaggia. Ora questa risorsa è soprattutto dedicata al turismo interno, a famiglie, che portano uno o due bambini a prendere un po’ di sole.

Questo è l’invito del PdF alle forze sociali interessate ad unirsi per il bene comune: sollecitare l’Amministrazione ad una vera strategia che rilanci la cittadina di Fano, ma anche tutto l’entroterra, ricco di storia, arte, cultura e stupende risorse naturali, affinché queste ricchezze rappresentino un bene per tutti gli abitanti della provincia






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2021 alle 15:20 sul giornale del 14 giugno 2021 - 306 letture

In questo articolo si parla di politica, Popolo della famiglia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7at





logoEV