Giornata Mondiale della Bicicletta, Fiab: "Una festa da celebrare ogni giorno"

2' di lettura Fano 04/06/2021 - La giornata mondiale della bicicletta si celebra il 3 giugno, come ha stabilito l’ONU nel 2018, ma dovrebbe essere celebrata ogni giorno perché muoversi sulle due ruote vuol dire tante cose: sicurezza lungo le strade, meno inquinamento, incidenti, ingorghi, stress, perdita di tempo, ecc.

La FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) l’ha celebrato con un po’ di anticipo il 2 giugno, organizzando la ormai tradizionale pedalata Fano Senigallia che ha visto convergere nel piazzale della famosa rotonda vari gruppi di ciclisti giunti da Ancona, Montemarciano, Chiaravalle, Fano, Pesaro e finanche dalla lontana Forlì, grazie alla combinazione treno + bici. Anche nel sud delle Marche, in collaborazione con le associazioni abruzzesi, si sono svolte iniziative simili per chiedere il completamento della Ciclovia adriatica che sta congiungendo l’Italia dal Veneto alla Puglia.

Istituita su stimolo della ECF, la federazione europea dei ciclisti non sportivi, di cui FIAB è la componente italiana, la giornata intende spingere per dare sempre più spazio alla bicicletta che dopo quasi due secoli di vita ancora continua la sua evoluzione e a rendersi utile in tantissime occasioni. Il boom delle bici elettriche, e il prevedibile prossimo delle bici cargo, sta dimostrando che la scelta giusta è quella della mobilità ecologica, dei trasporti collettivi, della intermodalità e sempre meno della motorizzazione privata.

Da ricordare che anche grandi organizzazioni nazionali come Coldiretti, Confecercenti e CNA suggeriscono di andare a fare la spesa in bicicletta, mentre la Società Italiana di Pediatria (SIP) raccomanda di fare usare la bici ai bambini per andare a scuola, anche se fa freddo, a patto ovviamente di avere a disposizione “strade scolastiche” sicure.

Per portare più persone in bici sono necessarie anche modifiche urbanistiche per redistribuire meglio gli spazi urbani in modo da realizzare percorsi ciclabili, ZTL, spazi verdi, senza dimenticare provvedimenti indispensabili come severi limiti di velocità e controlli efficaci; servono quindi strutture e servizi di qualità ma soprattutto il massimo impegno di tutti per rendere le città sempre più vivibili per i residenti e attraenti per i turisti, in particolare quelli in bicicletta che cercano proprio quello che le Marche hanno in abbondanza: storia, arte, natura, tradizioni, enogastronomia, ecc.

Va bene quindi partire da una giornata mondiale della bicicletta, ma bisogna arrivare a 365!

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2021 alle 15:53 sul giornale del 05 giugno 2021 - 143 letture

In questo articolo si parla di attualità, bicicletta, FIAB Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b5RL





logoEV