Pestaggio alla Rocca, M5S: "La politica non tenga la testa sotto la sabbia, subito l'operatore di quartiere e più coinvolgimento per i ragazzi"

2' di lettura Fano 10/05/2021 - A seguito del pestaggio avvenuto nei pressi della Rocca Malatestiana sabato scorso, intervengono gli esponenti del Movimento 5 Stelle.

“Non è più accettabile – dichiarano i consiglieri comunali Tommaso Mazzanti, Francesco Panaroni e Matteo Giuliani – che si nasconda la testa sotto la sabbia dopo episodi allarmanti e gravissimi di questo tipo. Con frequenza ciclica, ormai, emergono fenomeni di disagio giovanile che non di rado sfociano in fatti di violenza inaudita, per di più in luoghi centralissimi della nostra città. Anche il Pincio, nonostante la riqualificazione degli spazi, ha continuato ad essere teatro di situazioni illegali, se non di aggressioni”.

“Nello specifico – proseguono - il caso più recente sembra essere stato provocato da pretesti davvero futili, come lo smalto sulle unghie e la tinta dei capelli, che interrogano la politica locale su quanto lavoro si debba ancora fare per promuovere la bellezza e la cultura della diversità, in un contesto complesso in cui le differenze che entrano in gioco si confrontano su più piani. Solo poco tempo fa, la maggioranza ha bocciato la nostra mozione per un piano di sicurezza urbana, partecipato dal basso, che ruotava intorno alla creazione dell’operatore sociale di quartiere, una figura che sapesse recepire gli umori del territorio e tradurli in ipotesi di intervento. Possiamo davvero consentire che la città rimanga nell’abbandono in nome del principio per cui le proposte dell’opposizione non vanno votate mai, come sostiene il PD, neppure se costruttive?”.

“Ci chiediamo – concludono - se la giunta si renda conto di aver senz’altro impoverito il protagonismo dei giovani chiudendo gli spazi di partecipazione senza restituire solide occasioni di coinvolgimento attivo. Quale significato ha oggi la delega alle politiche giovanili se ormai la sensibilità di questa Amministrazione rispetto all’attivismo delle nuove generazioni è praticamente impalpabile?”.

“Occorre al più presto – afferma la consigliera regionale Marta Ruggeri - impostare una strategia per intercettare con più efficacia il disagio giovanile, esacerbato dalle restrizioni rese necessarie dalla pandemia. Gli ultimi fatti richiedono il potenziamento dei percorsi di prevenzione, per scongiurare che si debba intervenire con provvedimenti estremi ed eclatanti quando ormai è tardi. Non possiamo più consentire di lasciare i nostri ragazzi abbandonati a loro stessi”.

(Foto di repertorio)

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2021 alle 12:58 sul giornale del 11 maggio 2021 - 296 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, violenza, Rocca Malatestiana, MoVimento 5 Stelle Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b2q2





logoEV
logoEV