Pd: "La Giunta Acquaroli vuole impoverire la nostra provincia"

pd partito democratico 2' di lettura Fano 08/05/2021 - La giunta Acquaroli ha come obiettivo politico l’impoverimento della nostra provincia: è di oggi la notizia della chiusura della conferenza di servizi chiudendo di fatto la possibilità alla realizzazione della Ciclovia Fano Urbino.

Una scelta irrazionale che, oltre al rischio di perdere un finanziamento di 4,5 milioni di euro e aver già speso denaro pubblico per il piano di fattibilità, ha il solo scopo di gratificare gli interessi politici e personali dell’assessore Baldelli, il tutto ovviamente a discapito dei cittadini e che come ha già dichiarato il nostro consigliere Andrea Biancani: “ricaccia indietro di decenni la lancetta della cultura della mobilità, costringendo questa provincia ad essere prigioniera dell’immobilità per una scelta politica di sfregio al buon senso e all’intelligenza della gente”.

Come fanesi e come cittadini della vallata del Metauro siamo curiosi di sapere se anche l’Assessore Aguzzi ha deciso di assecondare Baldelli in questa folle scelta, dato che rilasciava queste dichiarazioni alla presentazione della Ciclovia a Colli al Metauro nel febbraio 2020: “La ciclovia che interessa il comune di Colli al Metauro è importantissima e faremo di tutto per farla concretizzare al più presto possibile” (il Metauro 14/02/20). Lo stesso Aguzzi, allora sindaco, replicava ad un comunicato della Lega (contraria alla ciclovia e con cui ora governa): “Sentendo i pareri diffusi dei residenti di Colli al Metauro, favorevoli a questo progetto […] ho pensato esclusivamente al benessere dei cittadini della comunità che amministro […] Con questo, spero di aver fatto luce ai dirigenti provinciali e regionali della Lega con cui in questi anni ho sempre collaborato in modo cordiale e proficuo ma continuo a ribadire che il benessere del Comune che amministro, viene sempre prima di qualsiasi logica di partito” (Viverefano 14/02/20).

Ricordiamo che insistere sul ripristino della ferrovia vuol dire non avere alcuna cognizione dello stato dei luoghi e del sedime - ormai compromesso - inoltre la legge 128/2017 stabilisce gli oneri dell’eventuale (e improbabile) ripristino non possono essere a carico dello Stato. Siamo quindi di fronte all’ennesima dimostrazione che gli Assessori e i consiglieri regionali della nostra provincia antepongono i propri interessi al benessere della collettività. Come PD Fano non resteremo indifferenti e anche noi parteciperemo alla manifestazione in favore della ciclovia domenica 9 maggio presso la stazione di Cuccurano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2021 alle 09:55 sul giornale del 10 maggio 2021 - 229 letture

In questo articolo si parla di politica, Partito Democratico Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b2e8





logoEV
logoEV