Carboni al sindaco Seri: "La Sala della Concordia aperta ai laureandi"

1' di lettura Fano 03/05/2021 - Caro Sindaco, La pandemia ci ha mostrato, semmai ce ne fosse stato bisogno, di quanto siano importanti i momenti vissuti con i propri cari e di come il distanziamento sociale, l’isolamento domestico e il lavoro a distanza, che pure presentano alcuni aspetti di opportunità, non ci trovano tutti pronti e preparati allo stesso modo e mettono a nudo molte vulnerabilità.

La grande sfida da raccogliere in questi giorni di ripresa è unire l'esigenza libertaria con l'istanza comunitaria, e ogni azione di vicinanza e collaborazione tra il singolo e l'amministrazione deve essere portata avanti all'insegna di quello spirito di comunità di cui sentiamo enormemente il bisogno.

Per questo le chiedo di aprire le porte del palazzo comunale e dare l'opportunità ai giovani laureandi di poter usufruire della Sala della Concordia come luogo dove discutere la loro tesi, trovando così un luogo dove poter condividere con i propri amici e parenti, nel rispetto di tutte le normative, un momento importante della loro vita che spesso si riduce ad una discussione da soli davanti ad uno schermo nella propria casa. “La felicità è reale solo quando è condivisa – Lev Tolstoj”


da Edoardo Carboni
Segretario Lista Civica 'Noi Giovani Fano'





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2021 alle 12:26 sul giornale del 04 maggio 2021 - 151 letture

In questo articolo si parla di politica, noi giovani - seri per fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1vs