Bocciatura mozione bollette acqua, M5S: "Aset condannata ma il sindaco e la sua maggioranza negano rimborso per i cittadini"

aset 2' di lettura Fano 30/04/2021 - Lo scorso 9 aprile, il giudice di pace di Fano ha stabilito che gli aumenti retroattivi nella prima bolletta dell’acqua del 2019 non erano legittimi e ha condannato Aset a rimborsare il ricorrente. Il buon senso avrebbe imposto all’azienda di estendere questo principio a tutti coloro che si sono visti arrivare bollette salate per gli stessi motivi, rimborsandoli spontaneamente.

E invece no: nel consiglio di giovedì sera, la nostra mozione per restituire a cittadini e imprese gli aumenti non dovuti è stata bocciata.
Con questo atto incomprensibile, la maggioranza manda un messaggio molto chiaro: i cittadini non sono tutti uguali. Chi possiede i mezzi economici e culturali per sostenere lunghi contenziosi legali può vedere riconosciuti i propri diritti, tutti gli altri rimangono a bocca asciutta. E meno male che dicono di essere di sinistra.

Il motivo della bocciatura? Vogliono aspettare che la sentenza arrivi al “terzo grado di giudizio”. Campa cavallo! Questa tesi, apparentemente innocua, nasconde una vera e propria polpetta avvelenata. Considerati gli attuali tempi della giustizia, la sentenza definitiva verrà emessa quando i crediti di tutti gli utenti, che nel frattempo non si saranno attivati, saranno caduti in prescrizione. Cosicché a ingiustizia si aggiungerà altra ingiustizia. Sarà mica che l’obiettivo perseguito dalla Giunta Seri sia quello di speculare sul fatto che una parte della cittadinanza, per le ragioni più disparate, potrebbe non mobilitarsi per il recupero di quanto dovuto, perdendone poi il diritto?

Invece di ripristinare la legalità e prendere decisioni nell’interesse dei cittadini, Seri e i suoi alleati hanno voluto guardare al solo profitto di Aset, come se si trattasse di un’impresa privata qualsiasi e non della nostra azienda pubblica. Non che la cosa ci stupisca più di tanto: vista la volontà di gran parte della maggioranza di vendere Aset al privato, cominciano a fare le prove generali.
Noi del Movimento 5 Stelle non abbandoneremo queste rivendicazioni e rimarremo sempre al fianco dei cittadini, come facciamo da oltre un paio di anni, valutando a breve nuove iniziative che possano dare finalmente attuazione ai più elementari principi di giustizia.

Matteo Giuliani
Tommaso Mazzanti
Francesco Panaroni






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2021 alle 15:44 sul giornale del 03 maggio 2021 - 258 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1jV