Tutte le opposizioni contro la fusione Aset-MMS, il mega-digestore e il sindaco Seri: "Danno incalcolabile"

aset 1' di lettura Fano 14/04/2021 - La maggioranza che non c'è più continua a tergiversare mentendo sulle reali motivazioni della crisi. Per mezzo di inaccettabili dichiarazioni, il sindaco Seri, in barba al mandato ricevuto dal Consiglio comunale, continua ad accarezzare l’idea deleteria della fusione diretta con MMS o indiretta attraverso il mega-digestore, tomba di ASET.

Assistiamo all’ennesima melina di parte della maggioranza, la quale pur di non confessare alla città la volontà di seguire il sindaco nell’alienazione di ASET, millanta coesione nascondendosi dietro al Covid e al Recovery Fund, con scarso senso del pudore.

La verità è ben diversa e abbiamo il dovere morale di dirla a tutta la cittadinanza. Fano ha manifestato con forza l’attaccamento alla difesa della nostra multiutility.

È chiaro a tutti che non esiste un motivo al mondo per perdere i suoi servizi ed i suoi investimenti sul territorio.

L'opposizione è unita nel ribadire la totale incompatibilità politica con qualsiasi azione che metta in dubbio la proprietà di ASET nelle mani dei cittadini fanesi. La minoranza ha dimostrato di essere il baluardo della sua indipendenza ed autonomia, pertanto diciamo insieme e senza distinguo che il sindaco troverà in noi una posizione non negoziabile e fermamente contraria all’avallo di un danno cosi incalcolabile agli interessi della città.


da LEGA – Movimento 5 stelle – Fano città Ideale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2021 alle 15:29 sul giornale del 15 aprile 2021 - 222 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXux