San Costanzo: Aprile in libri, rassegna di incontri online per la Biblioteca

3' di lettura 06/04/2021 - Una nuova rassegna di incontri online in quattro serate è in programma alla Biblioteca Comunale di San Costanzo, organizzata da Biblioteche CoMeta in collaborazione con il Comune di San Costanzo - Assessorato alla Cultura.

Non essendo ancora possibili gli incontri in presenza, a causa delle restrizioni Covid-19, gli appuntamenti proseguono in versione digitale: tutti gli incontri si potranno seguire in diretta sulla pagina Facebook della Biblioteca di San Costanzo: www.facebook.com/bibliosancostanzo.

Nel primo appuntamento, venerdì 9 aprile alle ore 21.00, la biblioteca ospiterà Tommaso Capolicchio con “Figlio di un sex symbol... e altri disastri” (Clueb editore, 2020).

Lo sceneggiatore romano, che ha passato parte dell'infanzia a San Costanzo, racconta in questo libro, ironico e smaliziato, della sua infanzia e adolescenza come figlio di Lino, star italiana anni Settanta e divo sui generis, regalandoci un ritratto impietoso ed esilarante dell’educazione all’italiana in una famiglia fuori dal comune negli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso.

Nel secondo appuntamento, venerdì 16 aprile alle ore 18.30, interverrà Paolo Sorcinelli per presentare "Gli occhi di Ciòla e altre storie" (Clueb editore, 2021), con la partecipazione dell'editrice Cristina Gaspodini. Il libro ripercorre le vicende degli abitanti di un piccolo paese sulle colline marchigiane attraverso uno spaccato della storia italiana della provincia, raccontando le storie sedimentate nella memoria collettiva di uno dei tanti paesi di un'Italia rurale, quello in cui l'autore è nato. Complice l'isolamento da pandemia, Paolo Sorcinelli ha voluto riportare alla luce i personaggi e i fantasmi, i fatti e i misfatti, i tesori nascosti e le fortune improvvise che animavano i racconti di nonni e bisnonni fra la Valle dei Preti e il Fosso dell'Inferno, la Fonte della Bara e Monteschiantello, i Tufi e Vincareto, Case Romane e la Volpella.

La terza serata, venerdì 23 aprile alle ore 21.00, vedrà protagonisti Roberta Biagiarelli e Luigi Ottani per presentare "Shooting in Sarajevo" (Bottega Errante Edizioni, 2020). L'idea di Luigi Ottani e Roberta Biagiarelli è stata quella di fotografare Sarajevo dagli stessi luoghi dai quali i cecchini tenevano sotto assedio la città e i suoi abitanti nei 1.425 giorni tra il 1992 e il 1995. Le foto-polaroid scattate da Luigi Ottani sono accompagnate dai testi di due sarajevesi d'eccezione, Azra Nuhefendic e il veterano di guerra Jovan Divjak, del giornalista-scrittore Gigi Riva, cittadino onorario di Sarajevo, dell'attrice Roberta Biagiarelli, dello storico Carlo Saletti e del fotoreporter Mario Boccia.

La rassegna si chiuderà venerdì 30 aprile alle 21.00 con Marina Cerni, docente di San Costanzo, che presenterà i suoi racconti brevi "Il giorno prima del tuono", "Il profumo del tempo" e la favola "Notti Magiche". Sono racconti e memorie scritti in tempo di pandemia e distanziamento, ricchi di emozioni, ricordi e momenti sospesi tra passato e futuro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2021 alle 10:35 sul giornale del 07 aprile 2021 - 283 letture

In questo articolo si parla di cultura, Sistema Bibliotecario Cometa, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bV0b