Progetto di collegamento dell'interquartieri alla SS16 tramite la variante di Gimarra, la posizione della Lega di Fano

2' di lettura Fano 30/03/2021 - Dopo averlo sbandierato a parole, il progetto per la Variante Gimarra redatto dalla società Sintagma pare sia finalmente in dirittura d'arrivo. Risulta essere stato discusso in conclave dalla Maggioranza e attendiamo di conoscerne i contenuti, visto che la Lega ha già chiesto accesso agli atti per prenderne visione.

Sintagma è una società di Perugia, unica partecipante, la quale ha avuto mandato dal Comune di Fano di redigere anche il cosiddetto Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS).
Un piano enfatizzato da Seri come strumento strategico a medio-lungo termine, con orizzonte 2030, già inserito nei programma elettorale del centrosinistra addirittura 7 anni fa, alla faccia della sua decantata importanza strategica.

Temendo ripercussioni elettorali, la Maggioranza non ha mai portato in Consiglio questo dispositivo urbanistico e adesso si assiste all'imbarazzante pressing sui lavori dell'Assemblea comunale, per approvare in fretta e furia un progetto a elevato impatto ambientale sulle colline della Gimarra, senza programmazione alcuna e soprattutto senza il doveroso coinvolgimento dei cittadini. Con le elezioni regionali alle porte, il PD si fece vanto che sarebbero stati spesi ben 20 Milioni per il collegamento tra Fano e l’Ospedale Unico di Pesaro. Così fu giustificato il capitolato per questo finanziamento, poi dirottato nella realizzazione del proseguimento della Interquartieri per arrivare alla SS16, attraverso il quartiere Gimarra, nonostante nelle Linee Programmatiche di Mandato 2019-2024, fosse previsto il collegamento con Pesaro tramite il proseguimento della interquartieri fino a Via Morganti.

Un progetto capestro insomma, palesemente bocciato dalle proteste dei cittadini e dall'opposizione della Lega, la quale dimostrò con calcoli elementari che per quella soluzione i 2O milioni stanziati non sarebbero stati sufficienti, con l'inevitabile ricaduta delle eccedenze sulle casse del Comune.

La Lega continua a rilevare anche in questa operazione, una mancanza cronica di programmazione e di visione integrata delle problematiche della viabilità cittadina: pedonabili, ciclabili, trasporto su gomma e parcheggi.

Sintagma progetta strade e fa il proprio interesse, al Comune di Fano spetterebbe l'onere di ragionare su ciò che serva realmente alla città, peccato che, pure per visionare i progetti ritenuti strategici, si debbano attendere quasi due legislature.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2021 alle 15:28 sul giornale del 31 marzo 2021 - 631 letture

In questo articolo si parla di attualità, lega, lega fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bVbh





logoEV
logoEV