UDC: "Grazie alle forze dell’ordine. Dobbiamo renderci conto di quanto sono importanti per tutti noi"

2' di lettura Fano 26/03/2021 - Un enorme e faticoso lavoro che continuamente registriamo nel nostro territorio fanese GRAZIE alla POLIZIA DI STATO e i CARABINIERI che, nonostante il maggior lavoro dovuto alla pandemia e gli organici ridotti sempre al limite, si fanno presenti con sacrificio e professionalità portando importanti risultati assicurando ai cittadini più tranquillità in tema di sicurezza pubblica.

Pochi giorni fa i CARABINIERI hanno dato l’ennesimo colpo di scure allo spaccio di sostanze stupefacenti nella nostra città procedendo, di nuovo, al sequestro di ingente quantitativo di droga e assicurando alla giustizia gli autori del reato.

L’ennesima operazione di Polizia Giudiziaria che deve però far riflettere tutti . Fano si conferma ancora una volta una delle piazze di spaccio più ambite. Siamo a ridosso dell’apertura della stagione estiva in cui anche la movida accende i motori e per questo l’impegno delle nostre Forze dell’ordine aumenterà notevolmente e quindi anche l’assente amministrazione comunale deve farsi presente con un impegno concreto che deve arrivare attraverso la Polizia Locale. (Questo è un messaggio che vorrei estendere a tutta la Provincia).

Anche la POLIZIA DI STATO del Commissariato fanese in questi giorni ha continuamente monitorato, con controlli predisposti e mirati, il territorio comunale fino a scoprire occupazioni abusive, da parte di senza fissa dimora, di stabili fattiscienti in cui veniva perfino esercitato il mestiere della prostituzione .

Una quadro della nostra città, che ha differenza di chi la pensa diversamente, tutt’altro che tranquillo e sereno.

Sono concorde con l’intervento, a seguito della operazione del locale Commissariato, della consigliera comunale Luzi perché è vero che abbiamo una situazione fatta di presenze di persone senza fissa dimora che non hanno alcuna attenzione da parte delle autorità e in un momento difficile, dovuto alla pandemia del Coivd 19, vanno aiutate e monitorate anche prevedendo di riaprire appositi centri di accoglienza con regole di contenimento e protezione.

Condanno, invece, coloro che nonostante le regole per il contenimento pandemico frequentano l’ambiente della prostituzione incuranti dei danni sanitari che possono arrecare non solo a se stessi diventando poi veicoli del Covid 19 a danno delle persone che incontrano lungo la strada , negli ambienti lavorativi e famigliari.

Questo è inaccettabile e per questo, la Polizia di Stato l’avrà fatto, oltre alle prostitute vanno identificati e puniti duramente anche i clienti.

Detto ciò rinnovo, in qualità di delegato provinciale per il Comparto sicurezza dell’UDC, insieme al nostro responsabile provinciale UDC Davide Delvecchio il nostro GRAZIE e la sempre rinnovata vicinanza e impegno a favore delle Forze dell’Ordine che ogni giorno svolgono un grande e lodevole lavoro per la nostra sicurezza.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2021 alle 11:26 sul giornale del 27 marzo 2021 - 147 letture

In questo articolo si parla di attualità, udc, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bUz6





logoEV
logoEV