Reti divelte per l’irrinunciabile corsetta [FOTO]: vandali in azione al Circuito Marconi chiuso per Covid

2' di lettura Fano 16/03/2021 - Sì all’attività fisica, ma nei modi e nei luoghi concessi. Soprattutto in un momento così delicato, dato la crescente diffusione del Covid-19 che ha relegato le intere Marche in zona rossa. È questo il monito dell’assessora allo sport del Comune di Fano Barbara Brunori, che ha di recente segnalato la presenza di trasgressori che non hanno ‘gradito’ la chiusura di luoghi clou per lo sport all’aria aperta come lo Skate Park di Sant’Orso e il Circuito Marconi in zona Trave.

Le maggiori criticità si registrano proprio in quest’ultimo, dove alcuni vandali incapaci di correre, camminare – o, perché no, pattinare – semplicemente intorno a casa, hanno pensato di danneggiare parte della recinzione per accedere all’area in barba ai divieti. E dire che ci sarebbero pure delle transenne, e che il messaggio dovrebbe dunque essere piuttosto chiaro: lì non si può entrare. E di certo non per dispetto, ma per evitare assembramenti che in questo momento definire inopportuni sarebbe un eufemismo. Gli unici ammessi all’interno del circuito sono gli atleti che praticano sport agonistico. In altre parole, possono entrare soltanto coloro che sono regolarmente iscritti alle società che svolgono attività nel circuito, tra cui i ciclisti, gli arcieri, i giocatori di baseball e i professionisti dell’atletica.

Ad accorgersi delle reti divelte sono stati alcuni agenti della polizia locale. Gli stessi che – in quel che rimane di queste due settimane di zona rossa - pattuglieranno la zona con maggiore frequenza per evitare il ripetersi di certi episodi. “Stiamo attraversando un periodo faticoso – ha commentato la Brunori - per il quale sono stati presi provvedimenti stringenti data la situazione sanitaria che sta degenerando nuovamente, e questa volta colpisce anche molti giovani. Perché dobbiamo trasgredire le regole che ci servono per proteggere noi e gli altri? Abbiamo chiuso il circuito Marconi, come lo Skate Park, per motivi di sicurezza. Eppure c'è chi continua a fregarsene delle disposizioni prese, danneggiando anche le strutture. Bene, a queste persone dico che la sanzione prevista è di 400 euro, ridotti a 280 se il verbale si paga nei primi cinque giorni della contestazione o notifica”.

Seguono alcune foto relative a danneggiamenti e sopralluoghi.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per restare sempre aggiornato iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2021 alle 15:27 sul giornale del 17 marzo 2021 - 798 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, sport, zona rossa, articolo, barbara brunori, Simone Celli, covid-19, circuito marconi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bSRg





logoEV
logoEV