Vigilar Fano: dal recente successo della A3 maschile all’impegno verso il futuro del volley

3' di lettura Fano 13/03/2021 - I recenti successi della Virtus Volley Fano nella A3 maschile confermano l’interesse crescente verso la terza categoria del campionato di pallavolo maschile, ma anche l’attenzione del club, fondato nel 1964 e ancora in grado di attrarre l’interesse dei giovani verso questo popolare sport.

Come si sa, una vittoria importante per gli atleti della Vigilar Fano è stata quella dei virtussini al Pala Prata di Pordenone, giunta il 6 marzo proprio contro il Tinet Prata, con uno spiazzante 3-0 che ha messo in risalto le capacità atletiche dell’intera formazione, già ben note, del resto, dalle prestazioni all’interno dei precedenti match, indipendentemente dal risultato finale.

Un successo che ha messo in evidenza, senza dubbio, l’affiatamento della squadra - condizione indispensabile al valore della prestazione - ma anche le capacità e l’energia dei singoli atleti, tra cui spiccano quelle dei giovanissimi Marco Ulisse, Luca Gori e Filippo Bartolucci, rispettivamente schiacciatore, libero e e centrale della classe 2001, 2002 e 2003.

E la validità di questi giovani ma capaci e motivati atleti, insieme alla compattezza del team Vigilar, ha attratto l’interesse dei media rispetto a questo importante risultato nella A3, ponendo l’attenzione su come lo sport sia fatto di crescita, e di come l’essenza e il valore di una squadra non debba essere necessariamente legato alla categoria di riferimento.

Sì, perché, sebbene l’attenzione dei media per quanto riguarda le dirette streaming delle partite e sebbene i siti di scommesse legali in Italia si concentrino principalmente sulla serie A1 e sulla serie A2, vero è che non sono sfuggiti alle cronache, anche di livello nazionale, i recenti risultati infilati dai team dell’A3, da HRK Motta di Livenza a Delta Group Rico Carni Porto Viro, fino a Gamma Chimica Brugherio, - soltanto per fare riferimento agli ultimi dati della classifica di categoria -.

Una categoria che è dunque destinata a crescere e a far parlare di sé.

Non a caso, tornando al successo recente della Vigilar Fano, le interviste post partita degli atleti fanno riflettere proprio sulla questione dello spirito di squadra (come sottolineato da Gori), ma anche sull’importanza degli allenamenti, messa in evidenza da Marco Ulisse, in riferimento alla “crescita” nel cambiopalla.

E proprio “crescita” e “spirito di squadra” probabilmente possono essere le parole chiave anche per i nuovi aspiranti atleti del futuro.

Un punto di partenza, a questo proposito, può essere proprio l’impegno della stessa Virtus Volley Fano verso la diffusione della cultura e della pratica del volley anche tra i giovanissimi.

Ecco dunque una recente iniziativa, la quale è stata promossa anche nelle pagine social ufficiali e nel sito web della Virtus Fano: si tratta di “Virtus City Camp” e di “Virtus Green Holiday”, ovvero dei centri estivi settimanali dedicati ai ragazzi e alle ragazze nati dal 2010 al 2015 e dal 2006 al 2009.

Un modo questo, prima di tutto, per avvicinare anche i più giovani al mondo del volley, nella promozione di una cultura dello sport capace di appassionare anche le nuove generazioni e di valorizzare, oltre le categorie e i risultati, gli indiscutibili benefici connessi alla pratica dell’attività sportiva.






Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2021 alle 19:33 sul giornale del 13 marzo 2021 - 20 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bSI8





logoEV
logoEV