Ripristino ferrovia Fano-Urbino, Accoto (M5S): "Diamoci una scadenza, incontri già avviati con RFI"

ferrovia fano urbino 1' di lettura Fano 05/03/2021 - "E' necessario portare a termine al più presto lo studio di fattibilità sul ripristino a scopi turistici della linea ferroviaria Fano-Urbino. Questa, cessata nell'esercizio il 1 gennaio 1987, ha mantenuto inalterato e funzionale il proprio patrimonio infrastrutturale che non può e non deve esser dilapidato. Sono ormai passati due anni dallo stanziamento di 1 milione di euro proprio per questo scopo.

Oggi, in un incontro con l'Amministratrice Delegata e Direttrice Generale di RFI, Vera Fiorani, ho insistito sulla necessità di individuare a stretto giro una deadline per la conclusione di questo iter.

La tratta ferroviaria sarebbe un volàno per lo sviluppo turistico marchigiano con la creazione di nuovi itinerari culturali, enogastronomici e naturalistici che portino visitatori interessati all'ampliamento dell'offerta oggi esistente nella provincia di Pesaro e Urbino. Entro due mesi ci troveremo ancora intorno ad un tavolo con RFI per fare il punto della situazione e spingere la Fano - Urbino verso il suo atteso ripristino. E' quanto afferma in una nota rilasciata alla fine dell'incontro con i vertici RFI la Sottosegretaria al Lavoro, Sen. Rossella Accoto (M5S).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2021 alle 10:45 sul giornale del 06 marzo 2021 - 490 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, ferrovia fano urbino, Movimento 5 Stelle, ferrovia fano-urbino, fano-urbino, M5S, ferrovia valmetauro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bRa4





logoEV