Money Management: perchè è così importante nel trading?

6' di lettura Fano 03/03/2021 - Quando si parla di trading si pensa che gli investimenti finanziari si basino esclusivamente sulla capacità del trader di prevedere l’andamento dei mercati. Questa visione è molto fuorviante in quanto non tiene conto di uno degli aspetti più importanti di questo settore, se non addirittura il più importante: il Money Management.

Essendo un elemento così importante vi consigliamo di studiarlo in modo approfondito. Alcuni broker, come ad esempio Fortissio, mettono a disposizione dei propri clienti una vera e propria scuola di trading dove i principianti potranno studiare le basi degli investimenti finanziari e del Money management.

I materiali didattici messi a disposizione del broker sono ovviamente suddivisi in livelli, in modo tale che ogni iscritto potrà apprendere in modo graduale i concetti fondamentali per operare con cognizione sugli strumenti messi a disposizione da Fortissio.

Che cos’è il Money Management?

Money Management significa letteralmente gestione del denaro. In altre parole, nel mondo del Trading, quando si parla di Money Management si fa riferimento alle strategie che si mettono in atto per gestire il proprio capitale depositato sulla piattaforma del broker.

Qualunque sia la tipologia del mercato su cui si andrà a operare (materie prime, forex, criptovalute ecc), iniziare senza avere ben chiara una strategia di gestione del capitale vi porterà inevitabilmente a perdere tutti i vostri soldi.

Il Money Management vi permetterà di avere un’idea ben precisa di quello che sarà il rischio legato ad ogni vostro investimento e vi permetterà, nel lungo periodo, di aumentare i vostri profitti, limitando al minimo le perdite.

Quali sono i principi su cui si fonda il Money management?

Esistono moltissimi Money Management differenti, pensati e tarati per differenti strategie di trading. Ci sono tuttavia alcuni punti fondamentali che sono comuni a tutti i modelli. Vediamoli insieme.

  • Bisogna iniziare con un capitale che non sia in alcun modo impattante con la propria vita quotidiana. L’errore più grosso è quello di iniziare fin da subito con grandi cifre che, se perdute, potrebbe creare problemi a sé stessi o alle persone con cui si vive.

  • Prima di ogni operazione bisogna decidere la cifra che si vuole investire, ovvero la percentuale di capitale che si è disposti a perdere nel caso in cui l’investimento non dovesse essere profittevole. In genere questa percentuale si aggira intorno al 2% o al 3%.

  • Il punto precedente è possibile solo se si usano gli strumenti di protezione del rischio che ogni piattaforma mette a disposizione, ovvero lo Stop Loss e il Take Profit.

  • Avere bene a mente il dradown massimo in base al vostro capitale.

  • Focalizzarsi sempre e solo su un’operazione alla volta. Non collegarle in nessun caso; si rischierebbe solo di aumentare lo stress.

Le due certezze sul Money Management

Sulla base delle cose che abbiamo spiegato nei paragrafi precedenti possiamo affermare due grandi realtà oggettive sul Money Management.

La prima è che utilizzando un Money Management per la gestione del rischio non potrai mai diventare ricco in pochissimo tempo.

Questo può sembrare un elemento negativo che ti potrebbe far pensare di non utilizzarlo. Ebbene, questa prima considerazione è strettamente legata alla seconda realtà oggettiva: non brucerai il tuo conto in poco tempo come faresti senza l’utilizzo di un’accurata gestione del rischio.

Questi due dati di fatto ti accompagneranno per tutta la tua vita da trader. Dimentica le promesse dei video che vedrai su internet in cui dei fantomatici guru ti prometteranno ingenti guadagni in poche ore. Questi sistemi ti porteranno sempre a perdere tutti i tuoi soldi.

Il corretto utilizzo di un Money Management appiattirà di molto la tua equity, ma al tempo stesso ti impedirà di perdere in poche operazioni fallimentari tutto il tuo capitale.

Il trading non è gioco d’azzardo. È un’attività per professionisti dei mercati. Persone in grado di valutare i rischi e comprendere che non si può andare sempre in profitto con ogni operazione. L’obiettivo finale è quello di essere profittevoli nel lungo periodo e l’unico modo per farlo è quello di limitare le perdite quando si effettuano operazioni perdenti.

Quale broker scegliere per operare?

Abbiamo deciso di chiudere questo articolo, spostandoci leggermente dal Topic principale. Dopo aver spiegato i fondamenti del Money Management e di come sia importante per ogni trader, vogliamo evidenziare i punti più importanti che dovrai valutare quando sceglierai il broker con cui investire sui mercati finanziari.

Le regolamentazioni: in Europa, ogni broker è obbligato ad essere registrato e sottostare ad alcune regolamentazioni decise dall’Unione Europea. Queste regolamentazioni mettono al sicuro i trader da pratiche scorrette che potrebbero mettere in atto i broker ai loro danni. Scegliere una piattaforma regolamentata, quindi, è di vitale importanza, per non rischiare di andare incontro a brutte esperienze

La piattaforma: per quanto il broker sia importante anche la piattaforma con cui andrete a operare è molto importante. Se infatti il software che andrete ad utilizzare non sarà abbastanza intuitivo o pratico, rischierete di non operare al meglio, perdendo delle opportunità di guadagno. Le piattaforme più utilizzate al mondo sono la Metatrader e la Web PROfit; entrambe utilizzabili anche dai trader alle prime armi.

I prodotti su cui investire: un’altra caratteristica molto importante è rappresentata dai prodotti finanziari su cui potrai investire. Non tutti i broker, infatti, mettono a disposizione un gran numero di prodotti che ti permettono di differenziare il tuo portafoglio di investimento. Fortissio, ad esempio, ti permette di investire in tutti i mercati finanziari: valute, materie prime, CFD e tanto altro.

Le risorse per l’operatività: per ultime, ma non per importanza, abbiamo deciso di parlarvi delle risorse utili per l’operatività. Il calendario economico, i segnali sms, una didattica approfondita per imparare le basi del trading. Tutte queste informazioni faranno la differenza tra un investitore inconsapevole e un trader profittevole. Anche in questo caso ci sentiamo di consigliarvi Fortissio che, oltre alle risorse di cui abbiamo già parlato, mette a disposizione l’Autochartist, un algoritmo automatico che analizzerà tutti i mercati in tempo reale, andando ad evidenziare le opportunità di profitto. Non dovrete fare altro che copiare.






Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2021 alle 17:10 sul giornale del 03 marzo 2021 - 10 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQTh