Diritti LGBT, +Europa Pesaro Urbino: "Il nuovo governo riparta dal DDL Zan"

1' di lettura Fano 25/02/2021 - +Europa PU chiede a gran voce che il nuovo governo non lasci indietro le battaglie sui diritti di gay, lesbiche, bisessuali, trans e di tutt* le diversità del mondo arcobaleno.

Si riparta dal DDL Zan contro l’omolesbobitransfobia. La riforma, volta a contrastare i crimini d’odio omofobico, è stata infatti approvata alla Camera, con 265 voti favorevoli, 193 contrari ed un astenuto. Tale Legge, che attua misure di prevenzione e contrasto della discriminazione si compone di dieci articoli, con i quali vengono in particolare introdotti nuovi reati, modificando gli articoli 604 bis e ter del codice penale. Inoltre, non vengono punite solo le discriminazioni legate all’orientamento sessuale, ma anche alla violenza per motivi legati al sesso, al genere, all'identità di genere e alla disabilità.


Tuttavia il DDL Zan giace fermo al Senato da mesi e rischia di non vedere mai la luce. Il nuovo Governo, nato per gestire l’emergenza pandemica ed economica, si impegni anche sui diritti, specialmente quelli delle fasce più deboli della società. Più Europa è pronta a fornire tutto il sostegno necessario.


Gian Maria Tiroli e Alessandro Cirelli
+Europa Pesaro Urbino








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2021 alle 17:09 sul giornale del 26 febbraio 2021 - 197 letture

In questo articolo si parla di attualità, lgbt, +Europa, comunicato stampa, omotransfobia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPVq





logoEV