Spacciavano nel chiosco: attività chiusa perché senza autorizzazione

1' di lettura Fano 22/02/2021 - Vendevano droga nel chiosco-bar sulle rive del lago. E non era tutto. Perché, dopo la scoperta dell’attività di spaccio da parte di polizia locale e agenti del commissariato, è emerso che l’esercizio era operativo senza la prevista autorizzazione. A un mese circa dal blitz è infine scattata la chiusura.

Tutto era cominciato verso fine gennaio da quello strano viavai. Dal chioschetto vicino al Lago Solazzi di Fano andavano e venivano diverse persone, così si era voluto approfondire.

I sospetti delle forze dell’ordine erano più che fondati. La perquisizione svolta con l’aiuto di alcuni cani antidroga aveva fatto venire alla luce 15 grammi di cocaina addosso a uno dei due soci (i dettagli). Il tutto si era concluso con un arresto. Ora la chiusura dell’attività: il chiosco era infatti aperto senza che i titolari possedessero le necessarie autorizzazioni.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per restare sempre aggiornato iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2021 alle 18:34 sul giornale del 23 febbraio 2021 - 1448 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, fano, spaccio, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPlq





logoEV
logoEV