Rifiuti abbandonati, quasi 400 violazioni in un anno: i dati. Fino a 500 euro di multa per i trasgressori

3' di lettura Fano 03/02/2021 - L’ASET Spa è dotata di un nucleo di Ispettori Ambientali che è attivo dal 2006 e che ha il compito di contrastare tutti quei comportamenti scorretti in violazione al Regolamento Comunale per la Gestione dei Rifiuti e alla normativa ambientale vigente.

Gli Ispettori Ambientali operano sul territorio dei Comuni aderenti al servizio (Fano, Colli Al Metauro, Fossombrone e Pergola), garantendo un costante presidio, con azioni di informazione, deterrenza e constatazione di illeciti contro i comportamenti scorretti verso l’ambiente e il decoro urbano. La vigilanza viene svolta sulle 24 ore anche nei giorni festivi, tramite il pattugliamento del territorio sia a scopo preventivo che deterrente, con il fine di identificare in flagrante o tramite successivi accertamenti gli autori degli abbandoni dei rifiuti. Tale verifiche vengono svolte anche tramite l’ausilio di telecamere posizionate presso le isole ecologiche nelle zone soggette ad abbandono o a conferimenti errati di rifiuti. Allo stesso fine vengono effettuati anche appostamenti dedicati.

Negli anni tale attività ha portato ad un evidente miglioramento della situazione, pur restando delle situazioni che devono essere costantemente vigilate e monitorate al fine di contenerne gli effetti. Rientrano nei compiti del servizio anche una cospicua serie di verifiche che vanno dal controllo sul compostaggio domestico, alla verifica dei conduttori dei cani per la raccolta delle deiezioni e possesso dell’idonea attrezzatura, fino ad arrivare alla segnalazione di tutte quelle situazioni di abbandono di rifiuti o di degrado che Aset provvede poi a gestire. Vengono inoltre controllati i conferimenti nelle aree di mercato.

Nell’anno 2020 gli Ispettori Ambientali, nei Comuni dove è stato attivato il servizio, hanno effettuato oltre 5.200 interventi, riscontrando 377 violazioni di cui è stata data notizia, tramite appositi verbali, al Comando della Polizia Locale per l’ulteriore seguito di competenza. Sono state inoltre verificate 943 utenze in relazione al compostaggio domestico riscontrando 13 violazioni. Si rammenta che le sanzioni riferite al Regolamento Comunale per la Gestione dei rifiuti prevedono da un minimo di 25,00 a un massimo di 500 euro, mentre per l’abbandono vero e proprio di rifiuti la norma prevede da trecento euro a tremila euro. Se l'abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio.

«Il servizio degli Ispettori Ambientali è fondamentale per portare avanti la nostra battaglia al fenomeno degli abbandoni», ha sottolineato il presidente di Aset spa, Paolo Reginelli. «Continua a essere un preciso impegno dell’azienda individuare chi compie questi inqualificabili gesti dannosi sia economicamente, perché recuperare i rifiuti costa, sia ambientalmente dato che i rifiuti, specie alcune tipologie, inquinano oltre a essere uno spettacolo degradante per i cittadini e gli ospiti della nostra città». Si ricorda infine che Aset da anni fornisce un servizio di ritiro rifiuti ingombranti, completamente gratuito: basta prenotare telefonando al numero verde 800997474. In alternativa tali rifiuti possono essere gratuitamente portati presso uno dei 3 Centri di Raccolta Differenziata presenti sul territorio rispettivamente nei comuni di Fano, Colli al Metauro e Pergola.

Segue una tabella riepilogativa.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il nuovo radiogiornale e per restare sempre aggiornato iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2021 alle 11:01 sul giornale del 04 febbraio 2021 - 484 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, rifiuti, raccolta differenziata, aset, rifiuti abbandonati, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bMmD





logoEV
logoEV