Crisi di Governo, torna a parlare Berlusconi: "Renzi vada avanti"

2' di lettura Fano 22/01/2021 - Dopo l'episodio dei "voltagabbana" in Forza Italia (andati in soccorso del governo Conte), si rifà vivo il "Cav" per chiarire a tutto tondo le posizioni del suo partito.

In una intervista concessa al quotidiano La Verità, il leader di FI ha tenuto a precisare che: "Il governo Conte è espressione di forze politiche incompatibili con noi e non ha ottenuto risultati soddisfacenti, tanto è vero che lo stesso presidente del Consiglio ha parlato più volte in questi giorni della necessità di una svolta, di un cambio di passo. Come sarebbe possibile una svolta con gli stessi partiti, le stesse idee, le stesse persone che hanno governato finora?". Berlusconi dunque, ha escluso sul nascere qualsiasi "concessione" nei confronti della nuova maggioranza alla ricerca affannosa di nuovi costruttori filo-europeisti.

In merito a Conte poi, il Cavaliere, ne ha biasimato lo sfrenato trasformismo: "Il presidente del Consiglio è molto abile nel cogliere il momento. Ma questo giova alla sua sopravvivenza politica, non al Paese". Su Renzi si è tolto invece qualche sassolino, usando però, bastone e carota: "Si è ritirato dal governo che lui stesso si era vantato di aver fatto nascere un anno fa. Ha aperto una crisi politica, ma fin qui non ha potuto o voluto andare fino in fondo. Se al Senato Italia viva avesse votato no alla fiducia, il governo Conte non esisterebbe più. Il senatore di Italia Viva però, dice spesso cose giuste e ha ancora l'occasione, fin dai prossimi passaggi parlamentari, di trarne le conseguenze".

Per Silvio Berlusconi, l'Italia, in una fase così delicata per tutti, non può permettersi il lusso di rimanere inchiodata ad una posizione sterile di stallo: "L'Italia non può permettersi la paralisi. Il piano di vaccinazione di massa di Arcuri non decolla, l'economia va sempre peggio e siamo in ritardo con il Recovery plan. Credo che questa crisi sia davvero pericolosa e vada risolta molto in fretta o con un governo di segno diverso oppure con le elezioni, secondo ciò che il presidente della Repubblica riterrà più opportuno"

In soldoni, secondo il leader forzista: o nuovo governo "rivoluzionato" subito, o elezioni subito. La palla passa ora al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.






Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2021 alle 12:49 sul giornale del 23 gennaio 2021 - 394 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKFv





logoEV