Coca nelle mutande e bilancino dietro il bidet [FOTO]: pusher beccati durante i controlli anti-Covid

2' di lettura Fano 14/01/2021 - Non è la prima volta che un normalissimo controllo anti-Covid si trasforma in qualcos’altro. Lo sanno bene i carabinieri che monitorano il territorio per far rispettare le restrizioni vigenti dovute alla pandemia. E che di recente – in più di un caso – si sono ritrovati a fermare persone che si sono fatte improvvisamente nervose perché avevano qualcosa da nascondere. Droga negli slip, ad esempio.

Un episodio analogo era avvenuto anche lo scorso 4 dicembre (ecco com'è andata). Ma nei giorni scorsi è andata così anche per un 29enne di origini albanesi e un 51enne italiano – entrambi residenti nella zona di Lucrezia di Cartoceto – che hanno risposto all’alt dei militari lungo la via Flaminia. Erano circa le 18 di sabato scorso, e i due erano appena usciti da un condominio nei paraggi. In realtà i pusher erano già finiti nei ‘radar’ dei carabinieri di Colli al Metauro per lo strano andirivieni tra diverse abitazioni della Fiat 500 nera su cui viaggiavano.

È il 29enne, in particolare, a essersi mostrato nervoso durante il posto di blocco, facendo scattare ulteriori controlli. Una volta in caserma si è scoperto che proprio quest’ultimo aveva nascosto negli slip quattro dosi di cocaina termosaldate e già pronte per lo spaccio, mentre all’interno dell’auto – ben occultato tra i sedili – è stato rinvenuto un involucro con altri 30 grammi dello stesso stupefacente ancora da dividere.

Immediate le perquisizioni domiciliari presso le rispettive abitazioni. A casa del giovane albanese è emerso diverso materiale per il confezionamento in dosi, nonché una cospicua quantità di sostanza da taglio. Nell’abitazione del 51enne è stato invece rinvenuto altro materiale per il confezionamento, oltre a un bilancino di precisione - ‘emerso’ da un incavo dietro il bidet - e alcune dosi di hashish.

In tutto ammonta a 40 grammi il peso totale della droga trovata in possesso dei due. I carabinieri li hanno così arrestati per concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Per loro si sono subito aperte le porte del carcere di Villa Fastiggi, ma dopo la convalida dell’arresto – avvenuta giovedì mattina – il giudice ha disposto per entrambi gli arresti domiciliari.


Seguono alcune foto.


Per le tue segnalazioni, per ascoltare il nuovo radiogiornale e per restare sempre aggiornato iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2021 alle 18:03 sul giornale del 15 gennaio 2021 - 1293 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, carabinieri, cartoceto, lucrezia, spaccio, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJq1





logoEV