Violenza sulle donne, Art.1: "Istituzioni sostengano chi si batte con azioni concrete per affrontare il problema"

2' di lettura Fano 25/11/2020 - Nell'anno del Covid, la Giornata  contro la violenza alle donne assume un significato ancora più importante perchè se il virus ha cambiato la vita di tutti, per  quella delle donne c'è stato un aggravamento drammatico.

Se infatti, come è ormai dimostrato anche nella nostra realtà locale, la casa è purtroppo il luogo per eccellenza in cui si consuma la violenza, la chiusura l'ha fatta esplodere in maniera ancora più pesante. Lavoratrici e madri hanno avuto ancora più difficoltà a conciliare famiglia e lavoro, quando c'è, così come i tagli alla sanità e allo stato sociale degli ultimi anni le hanno colpite in maggior misura. Se da un lato, rispetto ad un tempo, oggi ci sono più strumenti legislativi e giudiziari, se da parte delle vittime è aumentata la consapevolezza della necessità della denuncia, dall'altro gli strumenti della comunicazione e i social hanno prodotto un aggravamento della situazione soprattutto per le più giovani. Il fenomeno del " revenge porn " non accenna a diminuire, i giornali di destra ancora stigmatizzano i comportamenti delle donne a giustificazione dei violentatori, e anche qualche giornale di sinistra dà un'immagine quasi romantica della violenza parlando delle difficoltà psicologiche dei maltrattanti provocati dall'abbandono da parte delle donne.

E' necessario quindi che tutti, uomini e donne, istituzioni e partiti, società civile si impegnino a modificare la cultura della violenza che si nasconde anche in uomini che non provengono da situazioni disagiate, che si lavori perchè nelle scuole si strutturi un'azione culturale più decisa per il superamento di questo triste fenomeno. Noi donne e uomini di Articolo 1chiediamo alle istituzioni locali e regionali di sostenere in modo più convinto e significativo sul piano delle risorse necessarie quei soggetti che si battono per affrontare con azioni concrete il problema della violenza alle donne, come il Centro Antiviolenza e l'Associazione Percorso donna che lavorano con competenza, tenacia e impegno quotidiano non solo per sostenere le donne maltrattate del nostro territorio ma anche per portare nelle scuole a ragazze e ragazzi la cultura del rispetto e del riconoscimento delle differenze.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2020 alle 15:11 sul giornale del 26 novembre 2020 - 234 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, art. 1, comunicato stampa, art. 1 pesaro urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDoS





logoEV