Sit-in al Muraglia, Nuova Fano si rivolge al Prefetto: "Il rispetto delle regole vale per tutti"

2' di lettura Fano 24/11/2020 - Più che testimoniata l’enorme frustrazione del Sindaco di Pesaro Matteo Ricci e del suo Partito,PD, per aver perso quella folle proposta finanziaria del project  financing che sarebbe costata ai contribuenti un Miliardo di Euro per la costruzione e la gestione dell’Ospedale Unico Provinciale.

Tanti soldi utili a riorganizzare la sanità in Provincia iniziando dalla ristrutturazione e la riapertura delle strutture Ospedaliere chiuse, la valorizzazione dell’Ospedale Santa Croce di Fano, l’assunzione di nuovi operatori sanitari, l’acquisto di nuovi macchinari sanitari, la riorganizzazione della medicina territoriale ( rafforzando e mettendo in condizione i medici di famiglia di poter lavorare degnamente), la convenzione con strutture sanitarie locali per evitare la mobilità passiva che ancora oggi supera i 100 milioni di euro che hanno arricchito la sanità privata di altre Regioni.

Frustrazione che non ha risparmiato neanche gli amministratori, PD, di Fano che hanno partecipato, insieme ad altri provenienti da comuni della Provincia, al Sit-In indetto dal Sindaco di Pesaro Ricci.

Nulla da dire riguardo al diritto di manifestare ed esprimere il proprio dissenso su scelte non condivise , ma in un momento difficile come questo è inaccettabile che , coloro che rivestono ruoli Istituzionali, organizzino un Sit-In che non avendo nulla di istituzionale viola, secondo noi, pubblicamente una Disposizione del Presidente del Consiglio dei Ministri. Quella disposizione che gli stessi amministratori, attraverso i media, si sono più volte raccomandati che venga rispettata.

Ci aspettiamo delle risposte anche dai nostri Amministratori fanesi che hanno partecipato.

Ci aspettiamo una presa di posizione anche da parte del Sindaco Seri, che deve essere garante anche dei comportamenti dei suoi amministratori, perchè intervenga e non dica pubblicamente soltanto “NON PARTECIPO”.

Diverse persone in questo periodo hanno pagato, giustamente, multe salate per aver violato il decreto del Governo allora perché non loro? Non vogliamo che come al solito quando si tratta di toccare figure politiche tutto finisca nel silenzio !

Ancora oggi, con la Nuova Fano, insistiamo rivolgendoci al signor Prefetto di Pesaro ( esistono i filmati) per chiedere se intende intervenire non solo nei confronti dei nostri amministratori fanesi ma anche su tutti coloro che, per partecipare al Sit-In, sono arrivati da altri comuni violando la Disposizione di Governo.

Ritengo sia grave quanto è successo e, come cittadini che vivono in democrazia, abbiamo il diritto di avere una risposta dall’autorità principale che rappresenta lo Stato .

Continueremo rimanendo nelle nostre abitazioni, perché siamo rispettosi delle regole e della salute di tutti, a chiedere spiegazioni finchè non arriveranno.

Associazione e Lista Civica Nuova Fano
Stefano Pollegioni e Achille Cacace






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2020 alle 15:07 sul giornale del 25 novembre 2020 - 537 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Circolo Nuova Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDfb





logoEV