Parcheggi a pagamento, la proposta della Nuova Fano

3' di lettura Fano 18/11/2020 - Nuova Fano si è sempre schierata al fianco dei commercianti del centro storico e lo dimostrano i numerosi interventi nel corso degli anni, volti a portare all’attenzione dell’Amministrazione Comunale il disagio che stanno vivendo, evidenziando le tante attività, anche storiche, che hanno abbassato la saracinesca.

Sono diverse le attività commerciali che pagano il durissimo prezzo causato dalle regole imposte dal Governo a causa del Covid 19 ed è proprio in questi momenti che le istituzioni dovrebbero dimostrare vicinanza e sostegno concreto invece nelle stanze dei bottoni prendono provvedimenti che difficilmente aiuteranno il centro storico a diventare “il salotto della città” e che hanno invece tutta l’aria di volerlo trasformare in un triste “bancomat della città”. Insomma se vuoi andare in centro paghi il parcheggio altrimenti vai altrove! è proprio questo il rischio che temiamo. Abbiamo una città circondata da parcheggi a pagamento e da poco lo è diventato anche viale Gramsci. Ci domandiamo quale altro pezzettino bianco rimasto cambierà colore? ricordiamo che nel 2018 si parlava di rendere a pagamento anche il parcheggio ex Sferisterio.

A nulla sono valse le lamentele di quei commercianti che già a luglio avevano inviato una lettera al Sindaco Massimo Seri evidenziando che trasformare i parcheggi di via Gramsci a pagamento avrebbe allontanato ulteriormente i cittadini dal centro storico ed, al contempo, creato ulteriori disagi perché chi lavora in centro avrebbe dovuto pagare cifre importanti al giorno di parcheggio. Non ultimo non possiamo tener conto di quei residenti costretti a spostare l'auto due volte al giorno perché non possiedono un garage privato.

In cambio di tutto questo il Sindaco e i suoi Assessori come si usa dire : dopo il bastone usano la carota dichiarando, come fosse un regalo di Natale, che renderanno i parcheggi gratis dal 26 all’8 di dicembre invitando i fanesi ad andare a fare acquisti in centro storico come se i commercianti vivessero solo dei profitti di quel breve periodo. In tutto questo non capiamo il plauso delle associazioni di categoria, all’amministrazione comunale.

Siamo ben coscienti che non abbiamo il potere di cambiare la situazione ma PROPONIAMO di far si che la prima mezzora di sosta non fosse a pagamento in tutti i parcheggi che sono intorno al centro storico così da dare la possibilità ai cittadini che vogliono andare in centro per fare acquisti di iniziare a pagare, mezzora dopo aver parcheggiato, con i primi 50 centesimi che aiuterebbe a rimanere in città almeno per un totale di un ora e in questo modo rimanere di più per fare acquisti e aiutare l’economia del centro storico. Inoltre proponiamo di realizzare un parcheggio a disco orario di almeno un’ora e mezza nel piazzale dell’Ex Agip in questo modo ne trarrebbero beneficio anche quelle attività che si trovano all’inzio del Corso Cavour. Valorizzare il parcheggio del Vanvitelli ( quest’ultimo eterno sconosciuto ) pensando ad una quota accettabile e ponendo , in città, segnaletiche che indichino chiaramente come arrivarci. Inoltre valorizzare con dei lavori di sistemazione il parcheggio del Campo Boario anch’esso strategico, perché a pochi passi dal centro, con un percorso pedonale per arrivarci. Anche la zona del mare è stata trasformata nel bancomat delle strisce blu un’altra scelta, a parere nostro, che non aiuta.

L’economia della città non si regge solo con i parcheggi a pagamento ma trovando soluzioni valide che permettano ai cittadini ed ai turisti di viverla in serenità. Noi crediamo che si può fare molto di più basta avere la volontà e soprattutto la visione e la capacità per farlo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2020 alle 09:13 sul giornale del 19 novembre 2020 - 377 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Circolo Nuova Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bCst





logoEV
logoEV