Simulavano furti per svuotare le slot machine: coinvolta anche la titolare del bar

1' di lettura Fano 12/11/2020 - È di oltre 15mila euro il ‘bottino’ dei diversi colpi messi a segno tra slot machine e macchine cambiavalute. Dei veri e propri furti con scasso. Peccato che i raid dei ladri fossero soltanto simulati, e che a mettere in atto il piano fossero due soggetti con la complicità della stessa titolare dell’esercizio e del suo convivente.

Tutto questo è avvenuto in un bar nella zona porto di Fano. Gli agenti del commissariato – coordinati dal dirigente Stefano Seretti – durante dei controlli hanno notato dei movimenti sospetti all’interno del locale, anche quando questo era chiuso. Dalle successive indagini si è poi scoperto che i due soggetti – con l’aiuto, appunto, anche della stessa titolare – sottraevano sistematicamente il denaro contenuto nelle macchinette fornite in locazione da terzi. Simulando dei furti con scasso, stando a quanto è emerso.

I predetti sono dunque stati denunciati per furto aggravato, appropriazione indebita e falso. Tutto questo in un periodo certamente intenso per la polizia fanese, che – tra le altre cose – di recente ha rintracciato e arrestato un uomo condannato a dieci di carcere, oltre ad aver scoperto una mamma che ha indotto la figlia di dieci anni a rubare cosmetici.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il nuovo radiogiornale e per restare sempre aggiornato iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano





Questo è un articolo pubblicato il 12-11-2020 alle 20:25 sul giornale del 13 novembre 2020 - 1223 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, polizia, fano, slot machine, truffe, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bBMK





logoEV
logoEV