Trapianto di capelli e vip: un metodo efficace a cui ricorrono persino le star

4' di lettura Fano 06/11/2020 - Circa il 40 percento degli uomini soffre di alopecia e i capelli iniziano a cadere già dai vent’anni, lo sapevi? Naturalmente neppure le star sono immuni al problema della calvizie, ma hanno scoperto un metodo per sistemare il loro aspetto: il trapianto di capelli.

Il problema della calvizie è uno dei temi caldi e che coinvolgono sempre più persone direttamente, sia uomini sia donne. A volte, il problema si presenta anche nei ragazzi molto giovani, a volte adolescenti che frequentano il liceo e che soffrono per le conseguenze visibilissime di quella che chiamiamo “alopecia areata”.

Il tipo di calvizie più comune, e che colpisce gli uomini i quali iniziano a perdere i loro capelli dai vent’anni in poi, si chiama “alopecia androgenetica”.

Questa può colpire anche individui di genere femminile, ma in percentuale sensibilmente minore rispetto al genere maschile. Di frequente, sebbene la Scienza non l’abbia confermato in maniera definitiva, l’alopecia è una patologia del cuoio capelluto che si trasmette in maniera ereditaria da genitori a figli.

Dovrebbe infatti esistere proprio un gene della calvizie, di cui pure le madri potrebbero essere portatrici senza saperlo.

Dal momento che non esiste un modo davvero efficace per prevenire questa condizione, anche moltissime star possono rimanere senza capelli. Tutti quanti siamo a conoscenza del trapianto di capelli di Antonio Conte , ma esistono pure molti altri casi famosi, che forse non tutti sanno, di interventi chirurgici per ripristinare l’acconciatura naturale ai quali molti attori, sportivi e cantanti pop si sono prestati.

L’esempio dei tanti vip famosi come Antonio Conte può essere positivo per tutte quelle persone che hanno paura di non avere buoni risultati con il trapianto dei capelli.

Anche su questo argomento spesso ci sono molte informazioni sbagliate:per fortuna sul web esistono tanti portali molto utili come blogcalvizie.it, uno dei più ricchi, che hanno lo scopo di informare su tutto quello che a che fare con la perdita dei capelli.

Le celebrità più importanti che si sono sottoposte a un intervento di chirurgia estetica per il ripristino dei capelli

Le celebrità sono considerate delle vere e proprie divinità della nostra cultura popolare, ma infondo non sono nient’altro che esseri umani anche loro e, per questo motivo, sono soggetti agli stessi problemi quotidiani e di salute di cui soffriamo pure noi.

L’unica differenza che c’è tra noi e loro sono le risorse monetarie, con le quali si possono acquistare soluzioni efficaci ed immediate, senza dover perdere neppure un minuto.

Per questa ragione, è probabile che tu non sia mai venuto a conoscenza di quanto segue: questi vip che stiamo per elencarti sono ricorsi alla chirurgia estetica per ripristinare la loro acconciatura. in realtà, come molti altri soffrivano di alopecia, ma al primo segno di calvizie sono corsi dal miglior chirurgo estetico in circolazione e hanno risolto definitivamente il problema. Ecco chi sono:

  • Al Pacino, attore di 80 anni (è uno dei casi più noti di trapianto di capelli)

  • Kevin Costner, attore di 65 anni

  • John Travolta, performer di 66 anni

  • Joe Biden (eh sì, proprio il nostro Democratico preferito)

  • Bono, cantante di 60 anni

  • Wayne Rooney, calciatore di 35 anni

  • Sylvester Stallone, attore di 74 anni

  • Matthew McConaughey, attore di 51 anni

  • Jude Law, attore di 47 anni

  • Ben Affleck, attore di 48 anni

  • David Beckham, calciatore di 45 anni

Inutile elencarli tutti, poiché sono davvero tantissimi, quasi innumerevoli. Eppure siamo certi che alcuni nomi di questa lista ti abbiano lasciato a bocca aperta.

Tecniche di trapianto di capelli conosciute: FUT e FUE, come funzionano?

Il primo metodo è uno dei più conosciuti e uno dei più antichi e in sintesi consiste nell’estrazione di una striscia del cuoio capelluto, dove ci sono capelli di qualità buona! Questa striscia viene poi analizzata e sezionata per procedere all’estrazione dei follicoli piliferi, che poi verranno impiantati nella zona della testa colpita dall’alopecia.

Il metodo fue è nuovo e più moderno:in pratica attraverso l’uso di uno strumento molto più sofisticato è possibile estrarre i follicoli piliferi singolarmente, per poi essere innestati nella zona vuota e calva:con questa tecnica i tempi di recupero sono brevi.






Questo è un articolo pubblicato il 06-11-2020 alle 18:31 sul giornale del 06 novembre 2020 - 360 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bAVS





logoEV
logoEV