Giunta, si cambia: Del Bianco lascia, la sostituta entro mercoledì

3' di lettura Fano 02/10/2020 - Una certezza accompagnata da una serie di incognite. Di sicuro ci sono le dimissioni di Caterina Del Bianco dalla giunta fanese. Ancora incerto, però, l’esito dell’inevitabile rimpasto. Che non potrebbe essere noto prima di mercoledì prossimo.

La Del Bianco lascia dunque gli assessorati allo sport e alla cultura. La prima delega l’aveva ricevuta sei anni fa, all’inizio della prima giunta Seri, insieme a quella alle politiche giovanili – oggi nelle mani di Sara Cucchiarini -, la seconda l’ha ‘ereditata’ da Stefano Marchegiani dopo le elezioni comunali dello scorso anno. Ma adesso è subentrato un impegno professionale che le impedirebbe di proseguire il suo percorso di amministratrice. Dopo tanti studi e lunghe attese, la Del Bianco ha infatti ora l’onore di istruire i ragazzi di una scuola media. Avendo dunque ricevuto la tanto agognata cattedra, ha deciso di rassegnare le dimissioni per dedicarsi all’insegnamento e per lasciare spazio a chi, d’ora in poi, avrà più tempo ed energie di lei da dedicare a deleghe così complesse e impegnative.

Sì, ma chi? Il sindaco di Fano Massimo Seri ha prima di tutto espresso parole lusinghiere nei confronti dell’assessora uscente, definendosi una sorta di fratello maggiore che negli ultimi tempi le ha riservato consigli in merito alle scelte da prendere. Il primo cittadino ha inoltre sottolineato la grande gentilezza che caratterizza il modo di fare della Del Bianco, “capace di unire il sorriso alla concretezza”. Infine Seri ha illustrato come intende procedere. Al netto delle indiscrezioni di stampa, non è infatti ancora ufficiale il nome di chi prenderà il posto dell’assessora che – in questi sei anni – ha saputo ‘portare a casa’ la nuova piscina e il palazzetto dello sport che vedremo in futuro.

Le linee guida, però, sono chiare. Seri attingerà dalla lista di provenienza della Del Bianco – la stessa, d’altronde, che lo sostiene sin dalla sua prima candidatura a sindaco -, vale a dire ‘Noi Città’. Inoltre verrà preservata la proporzione tra i generi, ovvero il rapporto tra il numero degli uomini e quello delle donne presenti in giunta verrà mantenuto. Anche per questo sembra davvero che in ‘pole position’ ci sia la consigliera comunale Barbara Brunori. Anche se – come detto – di ufficiale non c’è ancora nulla.

E si rischia di non avere annunci concreti fino a mercoledì, anche se il sindaco – impegni permettendo – spera di trovare la quadra anche prima di quel giorno. Ma non sarà semplice, anche perché non si tratta soltanto di sostituire un’assessora con un’altra, ma di ripensare tutte le deleghe già assegnate. Non è infatti scontato che chi entrerà in giunta al posto della Del Bianco si occuperà di sport e cultura, così come appaiono inevitabili rimescolamenti che riguardano anche gli altri assessori. Che allo stato attuale sono tutti riconfermati, anche se le deleghe rischiano di ballare più del previsto.

Nessun rimpasto-shock, dunque, ma un’ottimizzazione della squadra a seconda delle competenze dei singoli assessori. E senza pressioni esterne: il sindaco ha infatti assicurato che – nonostante il recente risultato delle elezioni regionali - non avrebbe subito alcun pressing dal Partito Democratico.


Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 02-10-2020 alle 13:19 sul giornale del 03 ottobre 2020 - 2420 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, comune di fano, massimo seri, articolo, caterina del bianco, Simone Celli, giunta fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bxz9





logoEV