x

Elezioni regionali, inaugurata la sede di Delvecchio e Cecchini (UDC): “Sanità, ambiente e famiglia sono le nostre priorità”

3' di lettura Fano 25/08/2020 - Una sanità decentrata e sviluppata sul territorio. L’ambiente in primo piano, con un secco no al digestore anaerobico. Infine un sociale tutto da rifare, a partire dalla famiglia e dalla tutela dei più deboli. Si fonda soprattutto su questi punti la campagna elettorale di Davide Delvecchio e Francesca Cecchini, candidati nella lista dell’UDC alle prossime elezioni regionali. Sabato scorso l’inaugurazione della sede elettorale in Corso Matteotti a Fano, proprio di fronte a Piazza XX Settembre. Tra gli altri erano presenti anche il senatore Antonio Saccone e il candidato governatore di centrodestra Francesco Acquaroli.

“Ho sempre difeso il Santa Croce – ha rimarcato con forza Delvecchio -, e ribadisco che servono più ospedali dislocati sul territorio. Ce lo ha insegnato la pandemia, e questi sono temi che ho sempre affrontato. La mia è una dimostrazione di continuità, tanto che mi candido nuovamente con l’UDC. Qui non ci sono cambi di casacca. È una questione di dignità”. Delvecchio, in effetti, resta fedele alle sue idee, soprattutto nel ribadire il suo secco no nei riguardi del digestore anaerobico. “Il PD lo vuole a tutti i costi – ha tuonato -, ma si tratta di un mega-impianto assurdo che la Germania vende soltanto a noi e alla Cina. Questa non è politica, ma speculazione”. Forti critiche anche alla Regione Marche per gli aiuti elargiti a causa della crisi economica dovuta al Covid-19. “Soldi a pioggia che non hanno aiutato nessuno”, ha detto.

Con Delvecchio, appunto, torna in scena anche Francesca Cecchini. “Dopo un periodo di sfiducia nei confronti della politica, mi candido grazie all’invito di Davide Del Vecchio. Vengo dal civismo, ma condivido i valori dell'UDC, e da qui la mia scelta. Lo dimostra il fatto di voler mettere la famiglia al centro di tutto. Essa va difesa e tutelata, a partire da quelle con persone disabili o non autosufficienti. Per questo propongo di istituire un assegno mensile che arrivi anche a 800 euro per aiutare queste famiglie”.

Presente all’inaugurazione anche Stefano Pollegioni, che al tandem Delvecchio-Cecchini ha concesso un vero e proprio endorsment. “Noi della lista ‘Nuova Fano’ siamo molto incuriositi dal nuovo progetto UDC, e personalmente mi sento vicino in quanto ho una formazione cattolica”. Pollegioni ha poi fatto simbolicamente firmare ad Acquaroli una petizione in difesa dell’ospedale Santa Croce (qui i dettagli), e ha rimarcato quelli che considera essere i problemi relativi alla sicurezza. Con un chiaro invito a fare qualcosa rivolto allo stesso candidato governatore. “Le forze dell'ordine . ha detto - hanno bisogno di più personale e di più mezzi. Per non parlare del commissariato di Fano, l’unico delle Marche a non essere salito di livello”.

A margine un ringraziamento generale di Acquaroli a tutti i candidati che lo sostengono. “Grazie per la vostra determinazione – ha esordito -, senza di voi non sarei nulla”. Da segnalare anche le parole di Sacconi, che in vista delle elezioni regionali ha affermato che non serviranno rivoluzioni bensì concretezza. “Non c’è proprio niente da liberare”, ha affermato in controtendenza agli slogan degli amici leghisti.


Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 25-08-2020 alle 12:07 sul giornale del 25 agosto 2020 - 140 letture

In questo articolo si parla di fano, udc, politica, davide delvecchio, elezioni regionali, articolo, francesca cecchini, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bud8





logoEV
logoEV
logoEV