Dipende da Noi: "Il miglioramento della vita dei cittadini non passa per l’asfalto"

dipende da noi 2' di lettura Fano 22/08/2020 - Molti amministratori locali non hanno una visione di futuro. Ragionano sul qui ed ora, impegnati forsennatamente nella ricerca del consenso.

Chi si propone alla guida di un ente locale dovrebbe avere una prospettiva di almeno 10 anni, con un’idea precisa delle sfide che ci aspettano. Fra queste la scarsità di acqua e di cibo, l’aumento delle temperature medie e l’immigrazione dai vari sud del mondo saranno le più impegnative. Se sull’ultimo punto gli enti locali possono ben poco, sul governo del territorio invece possono esprimere decisamente la propria lungimiranza o miopia.

Sulla base di queste premesse la scelta di completamento dell’Interquartieri verso Pesaro, attraverso le colline della Trave, Carmine e Gimarra è una scelta miope che guarda al passato. Non solo perché non riduce significativamente i tempi di percorrenza da e per Pesaro, ma soprattutto perché consuma suolo agricolo e devasta un paesaggio di rara bellezza, fondamentali per una città che punta sul turismo e sull’agricoltura di qualità. Un’amministrazione che pensa al bene comune e non a spendere velocemente un finanziamento statale dovrebbe aprire un confronto e un dibattito con i cittadini sulle varie opzioni per poi scegliere quella a minor impatto ambientale, salvo che dal confronto non prevalga l’opzione zero (cioè non fare nulla) nel caso in cui gli svantaggi complessivi superino i benefici.

Che la scelta della Giunta Seri sia quella di favorire la spesa pubblica piuttosto che migliorare la mobilità verso Pesaro trova conferma nel fatto che la proposta del Casellino a Fano nord (Belgatto) non sia nemmeno stata presa in considerazione. Questa sarebbe la soluzione a minor impatto ambientale e senza costi per la finanza pubblica, visto che lo realizzerebbe Società Autostrade.

Il Movimento Dipende da Noi, che si candida con Roberto Mancini, al governo delle Marche, ritiene che il miglioramento della mobilità regionale debba puntare principalmente sul trasporto pubblico e sulla mobilità ciclabile, rinunciando a nuove e impattanti arterie stradali, ma migliorando l’esistente con una più puntuale e continuativa manutenzione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-08-2020 alle 11:14 sul giornale del 24 agosto 2020 - 315 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa, dipende da noi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bt4A





logoEV
logoEV