Colli al Metauro ricorda il passaggio del fronte

3' di lettura 20/08/2020 - A Montemaggiore si rievoca anche quest’anno – seppur in forma ridotta per le limitazioni da COVID-19 - la Battaglia del Metauro dell’agosto 1944.

«In questo martoriato 2020 nel quale stavamo lavorando alacremente per una edizione importante di ERA IERI (la rievocazione storica annuale degli avvenimenti dell’agosto ’44 che si tiene ogni anno a Montemaggiore – NdR) abbiamo pensato fosse giusto e doveroso rendere omaggio comunque ai tanti caduti e a questo momento così particolare che ha visto Montemaggiore e tutto il territorio di Colli al Metauro al crocevia della storia mondiale».

Commenta così l’Assessore alla Cultura Andrea Giuliani il quadro delle iniziative - seppur fortemente ridotte a causa delle limitazioni imposte dalle normative anticontagio da COVID-19 - previste dall’Amministrazione comunale per sabato 22 agosto a Montemaggiore nel 76° anniversario della battaglia che negli stessi giorni del 1944 portò allo sfondamento della Linea Gotica nella battaglia del Metauro.

«Abbiamo fortemente voluto caratterizzare comunque l’edizione di quest’anno, nonostante tutte le difficoltà ben note, e con uno sforzo non indifferente siamo riusciti a portare in stampa il grande lavoro di raccolta, studio e riordino dei documenti storici raccolti dalla ex professoressa (ora in pensione) Marta Marchetti di Montemaggiore in tanti anni di paziente e meticolosa ricerca tra archivi storici e testimonianze di reduci e residenti del tempo (oggi molti dei quali scomparsi) Un lavoro che ha permesso di salvare dall’oblìo del tempo tante testimonianze ricche di significato e che meritano di esser “fissate” perché divengano memoria collettiva di questo piccolo territorio ma che – per pochi giorni – ha svolto un ruolo cruciale nella storia mondiale».

Quali iniziative son previste per sabato 22 agosto? «Alle 18,30 nel viale pedonale Mario Luzi attorno alle mura di Montemaggiore, presenteremo il libro “AGOSTO 1944 – IL PASSAGGIO DEL FRONTE” di Marta Marchetti – continua il Vicesindaco Andrea Giuliani - durante il quale verrà consegnata gratuitamente a tutti gli intervenuti una copia del libro edito a cura dell’Amministrazione comunale. Al termine, accompagnati dalla Banda Musicando del Comune di Colli al Metauro, porteremo in corteo una corona d’alloro al cippo commemorativo che trovasi in prossimità di quel punto di osservazione “privilegiato” delle mura di Montemaggiore dal quale il Primo Ministro inglese W.Churchill volle sovrintendere personalmente alle operazioni belliche condotte dalle forze armate polacche, canadesi ed inglesi».

Esprime soddisfazione anche il Sindaco Stefano Aguzzi: “Stiamo vivendo un periodo di forti limitazioni ma nonostante tutte le difficoltà organizzative l’Amministrazione comunale non ha voluto mancare il ricordo di un momento così importante per il nostro territorio tutto ed in particolare per il borgo di Montemaggiore: il bel lavoro della professoressa Marchetti attendeva da anni la luce e siamo contenti di avergli finalmente dato il lustro che merita, a beneficio della comunità ma anche dei tanti turisti e appassionati della storia che vengono a visitare questi luoghi. Abbiamo diverse idee per la caratterizzazione di Montemaggiore come borgo legato alla figura di Churchill e agli avvenimenti dell’agosto 1944: cercheremo senz’altro di concretizzarli per rimetterci con fiducia al lavoro quanto prima guardando all’edizione 2021 di ERA IERI».








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2020 alle 16:36 sul giornale del 21 agosto 2020 - 363 letture

In questo articolo si parla di cultura, colli al metauro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/btOL





logoEV
logoEV