x

Lega: "No alla nuova strada di Gimarra"

1' di lettura Fano 10/08/2020 - La nuova strada di Gimarra, che l’amministrazione vorrebbe realizzare e la cui delibera sarà votata in consiglio comunale martedì 11 agosto, presenta per noi molteplici punti critici.

Da principio il protocollo d’intesa con la Regione, che va ricordato deve finanziarla con 20 milioni di euro, pone come imprescindibile la realizzazione dell’ospedale unico, opera che porterebbe alla chiusura dell’ospedale Santa Croce, noi siamo per la riapertura degli ospedali territoriali e avvallare di corsa un protocollo d’intesa ad un mese dalle elezioni regionali ha come unica garanzia quelli di mettere in difficoltà Fano attraverso un accordo, che sia chiaro, annulleremo appena al governo della regione.

Anche la questione collegamento viario con Pesaro resta sostanzialmente irrisolta, la nuova strada potrebbe snellire il traffico sul tratto che va dalla rotatoria di San Cristoforo su via Roma a scendere verso il Pincio e continuando per i viali XII Settembre e Romagna, fino al quartiere Gimarra, ma chi proviene dai quartieri San Lazzaro, Centro-Mare e Vallato continuerà ad usare l’attuale viabilità per andare in direzione Pesaro.

Anche riguardo al consumo del suolo e preservazione dell’ambiente, battaglia che per noi non ha differenze, sia che si parli dei terreni di Chiaruccia, sia che si parli delle colline di Gimarra, la nuova strada non sfrutta un solo metro di percorsi già in essere. Infine i 20 milioni di euro sono a conti fatti appena sufficienti a realizzare un opera che sicuramente vedrà lievitarli e finire a carico delle casse comunali. Per tutte queste ragioni il gruppo consigliare Lega Fano voterà convintamente NO.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2020 alle 10:57 sul giornale del 11 agosto 2020 - 282 letture

In questo articolo si parla di attualità, lega, lega fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bs2i





logoEV
logoEV
logoEV