Mondolfo: Proseguono le aperture del lunedì e venerdì per il Monumento Nazionale Abbazia di S.Gervasio

1' di lettura 06/08/2020 - Proseguono in uno dei borghi più belli d’Italia le aperture bisettimanali nell’estate 2020 per il Monumento Nazionale Abbazia di San Gervasio a Mondolfo.

Uno scrigno di storia e arte apre ai visitatori, sino al 31 agosto, tutti i Lunedì ore 16-18,30 e i Venerdì ore 17-19, sempre ad ingresso gratuito.

Una visita che consente liberamente di scoprire la millenaria stratificazione di un monumento che, dalle antiche origini romane, conduce agli albori del cristianesimo nella Valcesano, per portare ai monasteri del Medioevo e alle chiese cardinalizie del Settecento pontificio. Un percorso che richiama gli echi di Bisanzio, come il più grande sarcofago ravennate di tutte le Marche conservato nella suggestiva cripta scandita da arcatelle, e che tra origine dal Proconneso, l’isola sul Mar di Marmara. Itinerari lontani, che evocano pure percorsi, come la Tabula Peutingeriana che, in una rara riproduzione al vero, consente di ammirare una “cartina stradale” dell’antichità romana.

Dall’Abbazia, poi, prendere la strada per il Castello di Mondolfo dove, l’abitato antico racchiuso dalla duplice cortina muraria quattrocentesca frutto del genio militare dell’architetto senese Francesco di Giorgio Martini attende per una passeggiata, prima di giungere ai Musei civici.

Il Monumento Nazionale Abbazia di S.Gervasio è dotato di un ampio parcheggio. Sino a fine agosto, apertura estiva con visita libera gratuita dell’Abbazia nei giorni di lunedì (ore 16-18,30) e venerdì (ore 17-19). Per informazioni: Musei Civici/IAT Mondolfo tel. 366.5608563 (in orario apertura Musei) www.castellodimondolfo.it - www.comune.mondolfo.pu.it .








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2020 alle 09:45 sul giornale del 07 agosto 2020 - 219 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cultura, archeoclub mondolfo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsCP





logoEV
logoEV