Gioco online: tutti i dati di una passione italiana

5' di lettura Fano 07/08/2020 - I dati parlano chiaro: il settore del gioco online mostra un trend in aumento negli ultimi anni. Dal 2017 al 2018, complessivamente, si è avuto un incremento del 25% del flusso di giocatori sulle piattaforme online.

Stesso andamento tra il 2018 e il 2019, dove nel solo mese di giugno si è registrato un incremento del 12% rispetto all'anno precedente. Si evince da tutto ciò che gli italiani sono sempre più affezionati a questa attività, grazie anche alle modifiche di approccio che le case di gioco hanno apportato negli ultimi anni.

Le principali compagnie che gestiscono il gioco online hanno deciso negli scorsi anni di puntare molto sul mobile, spostando progressivamente ed incrementando la loro offerta tramite app. Si è notato infatti un aumento sostanziale del numero di giocatori, che hanno apprezzato, evidentemente, la possibilità di giocare direttamente da smartphone.

Sullo stesso concetto si è diffuso anche il browser game, cioè la possibilità di giocare aprendo semplicemente un browser web, bypassando il download delle app. Ad eccezione delle poker room, le uniche a non registrare un incremento, tutte le offerte ludiche hanno beneficiato di questi cambiamenti, come ad esempio il genere slot e tutti quei giochi meno complessi e più immediati (blackjack, baccarat, roulette).

In definitiva, è risultato, nel periodo preso in esame, che oltre il 67% dei giocatori è arrivato dal mobile, facendo di questa modalità il trend del futuro. Ovviamente, tutte le considerazioni si riferiscono alle attività ludiche legali ed autorizzati dall'ADM.

Garanzie e sicurezze per il giocatore

Il gioco online, si è visto, è una grande passione degli italiani e continua ad accrescere i suoi fruitori. Non bisogna, però, perdere di vista la realtà e dimenticare che sì, si tratta di giochi, divertenti passatempi, ma al contempo sono dei veri e propri investimenti di denaro, con tutti i rischi che questo comporta. Oltre ai normali rischi di mettere in gioco una somma di denaro, bisogna stare attenti a non incappare in truffe e raggiri mascherati sotto scintillanti immagini e pubblicizzati da mirabolanti promesse.

La prima difesa da tutto ciò per il giocatore deve essere il proprio buon senso. Non bisogna mai farsi travolgere dalle promesse rosee di vincite facili e subitanee, ma esaminare attentamente cosa viene proposto e leggere tutte le eventuali postille che bisogna accettare al momento della registrazione. La smania di giocare e vincere soldi non deve mai prendere il sopravvento: è così che soggetti criminali tentano di raggirare chi vuole passare qualche ora di relax e di svago.

Oltre a proprio giudizio, il giocatore può contare sulla tutela dell'AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato), oggi ADM (Amministrazione delle Dogane e dei Monopoli), che ha come missione quella di vigilare su chi offre piattaforme di gioco in tutte le forme ed evitare di far entrare nel sistema ludico soggetti poco trasparenti. L'ADM, dipendente dall'Agenzia delle Entrate e quindi dal Ministero del Tesoro, vigila su tutte le attività attinenti al gioco online, rilasciando le autorizzazioni solo alle società che ne rispettano i requisiti di sicurezza e trasparenza, e conducendo periodici controlli sul corretto funzionamento delle piattaforme che sono già in possesso dell'autorizzazione.

Inoltre, dal 1° gennaio del 2019, in conseguenza del così detto Decreto Dignità, è stata proibita la pubblicità o la propaganda di qualsiasi forma del gioco d'azzardo. La scure per chi non la osserva è molto severa, arrivando al 5% dell'importo della sponsorizzazione e comunque mai inferiore a 50.000 euro. Questo per evitare di far proliferare il gioco tra chi è potenzialmente vulnerabile a diventarne dipendente o tra i minori.

Il divieto non riguarda solo la parte online del sistema, ma ogni sua forma. Il Decreto, infatti, pone dei limiti anche ai giochi fatti in presenza, come le slot machine che dovranno essere sostituite in toto con delle macchine che autorizzeranno il giocatore a proseguire solo dopo aver inserito la tessera sanitaria che ne verificherà l'età. Le restrizioni e i divieti non hanno l'intento di distruggere un'attività, che può essere una sana passione, ma di evitare che possa trasformarsi in un problema sociale per alcuni soggetti.

Usi e preferenze

Si è visto che il mercato dei giochi online si è evoluto nell'ultimo periodo. Questo soprattutto grazie alla maggiore accessibilità che le moderne tecnologie permettono. Quello che prima necessitava anche di lunghi spostamenti e una meticolosa pianificazione (esistono pochi casinò in Italia e sono difficili da raggiungere per molti), oggi è possibile farlo comodamente da casa o nei ritagli di tempo dallo smartphone su piattaforme di gioco come topcasino.me. La vera rivoluzione è stata data dall'avvento delle app che permettono in qualunque momento e in qualunque luogo di poter giocare in maniera immediata. Questo nuovo approccio ha delle conseguenze sulle preferenze dei giocatori che tendono a preferire i giochi che si prestano a delle veloci partite invece di quelli più impegnativi. Ma quali sono le attività più gettonate?

o Le slot machine rimangono le preferite, una partita dura pochi minuti e si presta ad essere conclusa nei diversi ritagli di tempo della giornata. Rispetto al 2018, le slot hanno registrato un incremento del 3,53%.

o La roulette, come le slot, è l'ideale per piazzare diverse giocate in poco tempo. È la regina dei casinò online, assorbendo da sola il 44% di tutti i giocatori.

o Anche il punto banco si attesta tra i preferiti, con un incremento del 10,54%.

o Stabili e a volte in leggero calo sono i giochi di carte. Per i motivi spiegati sopra, si prestano poco a fugaci partite e richiedono tempo e impegno decisamente maggiori.

In definitiva, si può senz'altro affermare che i giocatori prediligono i giochi tradizionali, cercando un'esperienza che ricalchi in pieno quella che sarebbe una vera e propria serata al casinò.






Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2020 alle 15:35 sul giornale del 07 agosto 2020 - 13 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo





logoEV