Fano Bene Comune: quale interquartieri per Fano?

2' di lettura Fano 05/08/2020 - Quaranta anni fa era nata l'esigenza di costruire una strada interquartieri per collegare le varie zone di Fano.

Poi, con l'aumento del traffico e della densità abitativa, ci si è resi conto che diventava insostenibile il traffico di attraversamento e che quindi era necessario trovare una soluzione alternativa alla Statale Adriatica già troppo intasata. Poi con le opere compensative della terza corsia dell'autostrada si è riusciti a dare un qualche collegamento fra i quartieri ma la decisione di costruire un nuovo ospedale a Muraglia ha reso necessario e urgente trovare una soluzione per raggiungere quella zona di Pesaro senza dover tornare sull’Adriatica.

Per questa soluzione la Regione Marche ha stanziato 20 milioni di Euro che il Comune di Fano sembra voler spendere nel modo peggiore: mandare il traffico a Gimarra, rovinarne le colline e scendere nuovamente sulla Statale appena fuori Fano. Si tratta inoltre di una della proposte più onerose che impiegherebbe tutte le risorse disponibili non consentendo di intervenire anche Nella zona Sud di Fano che vedrebbe irrisolti i suoi gravi problemi di traffico, causa di molti incidenti anche gravi. Anche il resto della città non avrebbe un’alternativa alla Statale per andare a Pesaro. La Statale infatti spesso, soprattutto d'estate, è impraticabile. Dubitiamo molto che quella proposta dalla Giunta possa essere una soluzione accettabile, visto che i 20 milioni sono per collegare Fano (tutta non solo Fano nord) con Muraglia, mentre con questa strada ci ritroveremmo daccapo sull'Adriatica.

La soluzione migliore, che peroriamo da molti anni, sarebbe quella di ottenere da società autostrade un accesso libero, o a costi molto ridotti tramite abbonamenti, al percorso autostradale Fano – Pesaro, soluzione ottimale tanto più se verranno realizzati i casellini di Fano Nord e Pesaro Sud. Ma interessante è anche la soluzione proposta dai 5 Stelle, sia perché la meno impattante ambientalmente e paesaggisticamente fra quelle che prevedono nuove strade, sia perché darebbe respiro anche agli abitanti di Fano Sud.

Totalmente assurde le altre soluzioni e sicuramente la peggiore quella che prevede di devastare le colline di Gimarra per poi scendere prima dell'Hotel Riviera: se la sovrintendenza ha dato parere contrario al casello di Fano Nord, probabilmente rigetterrebbe anche la strada per Gimarra come irricevibile, essendo una soluzione molto più impattante ambientalmente e paesaggisticamente.

Auspichiamo soprattutto che la giunta Seri abbia l'intelligenza di non prendere una decisione così importante ad agosto e sappia invece aprire un serio dibattito nella città che porti ad adottare la soluzione più logica e ambientalmente migliore. Pesaro costruisce una strada che dal casellino di Pesaro Sud porta a Muraglia: è lì che deve andare a ricongiungersi la strada di Fano, in modo da rendere reale ed efficiente il collegamento alternativo fra le due città..






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2020 alle 12:26 sul giornale del 06 agosto 2020 - 341 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, bene comune, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsyD





logoEV