SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Albergatori reclamano un pezzo di spiaggia libera: sabato un flash mob per dire 'no'

1' di lettura
637

Siamo libere cittadine e cittadini e vogliamo libere spiagge. La questione dell'utilizzo delle spiagge libere in Italia, e di conseguenza anche nel nostro territorio, è un tema di costante attualità. La concessione di spiagge a privati negli ultimi tempi è aumentata sensibilmente al punto che il nostro Paese, che seppur circondato dal mare quasi nella sua interezza, è ultimo in Europa per la disponibilità di spiagge libere. A Fano soltanto il 25% delle spiagge è libero da concessione. Eppure ancora una volta nella nostra città è stata richiesta la concessione di ulteriore porzione di spiaggia da parte di soggetti privati.

All'inizio di questa estate si è parlato di estendere le concessioni, mentre solo pochi giorni fa le associazioni di albergatori hanno richiesto al Comune di Fano che venissero assegnate porzioni di spiagge per la balneazione dei clienti dei loro Hotel (qui i dettagli). Sosteniamo che è mancata una cabina di regia in grado di rispondere alle conseguenze dell'emergenza Covid. Sottrarre le spiagge libere alle cittadine e cittadini è una non-soluzione che costringerebbe le cittadine e i cittadini a rinunciare al proprio diritto di utilizzare un bene demaniale di fondamentale importanza come le spiagge.

Per questo motivo invitiamo la cittadinanza fanese a partecipare all'iniziativa che si terrà sabato 1 agosto alle ore 12.00 presso il lungomare Sassonia dopo bagni Sergio e promossa da noi cittadine e cittadini senza appartenenza ideologica e politica.

Le spiagge sono di tutte e tutti!

Seguono la locandina dell'evento e alcune foto del tratto interessato.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2020 alle 20:38 sul giornale del 30 luglio 2020 - 637 letture