Palpeggiata e sbattuta a terra in pieno centro: si cerca l’aggressore

1' di lettura Fano 17/07/2020 - Una persona di colore, alta, presumibilmente di origini africane ma che conosce la nostra lingua. È questo l’identikit dell’aggressore che nella notte tra mercoledì e giovedì ha palpeggiato una ragazza sbattendola poi a terra nel tentativo di abusarne.

È successo a Fano, tra la Rocca Malatestiana e il sottopasso di via Nazario Sauro. La vittima è una 28enne fanese, che ha però avuto la prontezza di reagire con forza. Ha opposto resistenza, poi ha gridato attirando l’attenzione delle persone che risiedono nella zona. Quella che era nata come una normale serata tra amiche si sarebbe trasformata in qualcosa di drammatico, non fosse stato proprio per la forza d’animo della ragazza, che così reagendo ha spiazzato l’aggressore. Il quale si è poi subito dileguato.

Ora i carabinieri di Fano coordinati dal comandante Maximiliano Papale sono sulle tracce dell’uomo. L’attenzione è stata subito rivolta verso alcuni gruppi di persone di etnia africana presenti in città. Per le ricerche ci si avvale anche delle immagini del sistema di videosorveglianza, sia pubbliche che private.

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 17-07-2020 alle 16:03 sul giornale del 18 luglio 2020 - 2882 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, aggressione, violenza sessuale, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqVx





logoEV