Tutti insieme per le vittime del Covid: domenica un grande evento alla Rocca Malatestiana

3' di lettura Fano 30/06/2020 - Non possiamo ancora abbracciarci, ma nulla ci impedisce di stare insieme. Per questo, quello di domenica 5 luglio, sarà paragonabile a un grande abbraccio virtuale. Ma non per questo meno sentito. Ci si incontrerà dal vivo – e grazie all'intermediazione dei mezzi televisivi – per rendere omaggio a chi ci è stato portato via dal Covid-19. Un momento di condivisione e di commemorazione organizzato da Comune di Fano e Diocesi, che avrà inizio alle 21 alla Rocca Malatestiana nel massimo rispetto delle norme di sicurezza.

A dare il via sarà il suono delle campane. Non di una, non di due: tutte le campane della città suoneranno all'unisono. Poi, all'interno del grande monumento malatestiano, sarà il momento del ricordo e delle testimonianze. Parole, musica, poesia: ci sarà questo e tanto altro ancora durante un appuntamento in cui non mancheranno i racconti dei sanitari che hanno vissuto il tutto in prima linea, ma anche momenti di accompagnamento tra note e virtuosismi vocali grazie al 'Fano Gospel Choir'.

Ci sarà anche il vescovo Armando Trasarti, nell'ambito di un appuntamento che sarà religioso, sì, ma anche laico nello stesso tempo. “L'importante è che tutti insieme cercheremo parole all'insegna dell'autenticità – ha spiegato Don Francesco Pierpaoli -, perché è di questo che abbiamo davvero bisogno. Saranno con noi anche le comunità ebraiche e islamiche, con la vicinanza di quella buddista. Ma il senso sarà semplicemente quello di riaccendere la speranza, soprattutto nelle persone che hanno dovuto portare sulle spalle il peso di quanto è accaduto. La città non deve sentirsi schiacciata da quel che è successo”.

Sarà quindi una grande occasione per ringraziare i sanitari, le forze dell'ordine e tutte le categorie professionali che hanno vissuto questa fase come non ci fosse un lockdown, esponendosi a tutti i rischi del caso. L'intento è però soprattutto quello di 'abbracciare' coloro che hanno perso i propri cari senza poter dare loro quell'ultimo abbraccio. Perché oltre il lutto c'è la solitudine, e ritrovarsi tutti insieme sarà anche un tentativo di trasmettere tutto il calore della comunità fanese. “Ci ritroveremo in un momento di ritrovata libertà – ha commentato il sindaco Massimo Seri -, per ricordare le persone scomparse durante l'emergenza sanitaria senza poter ricevere un ultimo saluto da parenti e amici. Ci saranno tutte le associazioni che hanno dato il loro enorme contributo durante questo terribile periodo. L'invito è ovviamente rivolto a tutti, in particolare a chi ha subito dei lutti negli ultimi mesi. E non mi riferisco soltanto a chi si è visto portar via gli affetti dal Covid, ma anche a coloro che hanno perso qualcuno per altre ragioni e hanno dovuto vivere il lutto con tutte le restrizioni del momento”.

La Rocca Malatestiana potrà ospitare fino a 400 persone. Per tutti gli altri c'è anche la diretta su Fano Tv a partire dalle 21.

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2020 alle 13:34 sul giornale del 01 luglio 2020 - 621 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Rocca Malatestiana, articolo, Simone Celli, covid-19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpq8





logoEV
logoEV