Si torna a teatro, ma all'aperto: due gli spettacoli estivi. Da ottobre in sala per recuperare gli appuntamenti sospesi per Covid

4' di lettura Fano 15/06/2020 - Portare il teatro fuori dal teatro. Nel giorno in cui i luoghi della cultura possono finalmente riaprire le porte, dopo i lunghi mesi di chiusura forzata, il Teatro della Fortuna lancia la sua idea di teatro ai tempi della pandemia.

Aprirsi alla città e abitare spazi aperti durante la stagione estiva, con due appuntamenti musicali, uno alla Rocca e l’altro all’Arena Bcc, per poi ripartire in sala ad ottobre e novembre con i titoli sospesi della stagione di Prosa (“Mine Vaganti” e l’appuntamento con la danza) e la nuova stagione Sinfonica. Naturalmente nel rispetto delle nuove norme di sicurezza, che prevedono una capienza massima di 200 persone, sanificazione degli ambienti e distanziamento degli spettatori. Da gennaio poi il nuovo cartellone di Fano Teatro, mentre la stagione Lirica ripartirà a febbraio.

Un’idea di teatro a cielo aperto che si è concretizzata già da questa sera, in Piazza XX Settembre, dove la Fondazione Teatro ha voluto inaugurare la stagione della ripartenza con la musica del quartetto d’archi dell’Orchestra Sinfonica Rossini: Francesco Pellegrini, primo violino, Paride Battistoni secondo violino, Noris Borgogelli, viola, Luca Bacelli, violoncello. Spazio anche alla drammaturgia con la lettura di “Parole sul teatro” di Federico Garcìa Lorca, voce recitante l’attore Fabrizio Bartolucci. Presenti i rappresentanti istituzionali, il sindaco di Fano Massimo Seri, l’Assessore alla Cultura Caterina Del Bianco, l’Assessore al Turismo Etienn Lucarelli.

“Questa è una bella giornata perché il tempo della lontananza giunge al termine – ha esordito la presidente della Fondazione Teatro della Fortuna, Catia Amati –. Nonostante tutto in questi mesi siamo voluti rimanere vicini al nostro pubblico raccontando il teatro anche a distanza: dieci appuntamenti sul nostro canale YouTube, realizzati in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Rossini. Il pubblico a sua volta ci ha sostenuto – ha sottolineato Amati - è ci è rimasto accanto con gesti per noi molto importanti: in tanti non hanno richiesto il rimborso degli spettacoli sospesi, ma sono in attesa delle nuove date”.

“Quella di oggi è un’iniziativa simbolica – ha sottolineato il sindaco Massimo Seri – che vuole trasmettere un messaggio forte, di ripartenza e riapertura del Teatro della Fortuna, nonostante le norme stringenti. Il mondo della cultura è stato tra i più colpiti, ma siamo stati vicini nel momento di difficoltà, e abbiamo continuato a lavorare per il rilancio”.

Una vicinanza alle maestranze espressa anche dall’assessore alla Cultura, che ha poi posto l’accento sull’attaccamento del pubblico al Teatro della Fortuna, in molti ieri pomeriggio si sono fermati in Piazza XX Settembre, per assistere all’iniziativa, pur nel rispetto delle regole di distanziamento sociale: “Questa platea ci fa ragionare – ha sottolineato l’assessore Del Bianco - sono tanti gli affezionati al Teatro. Non disperdiamo il grande lavoro fatto per fidelizzare il pubblico, questa estate faremo di tutto per portare la cultura all’aria aperta”.

Il presidente dell’Orchestra Sinfonica Rossini Saul Salucci ha voluto fare un augurio agli artisti: “Anziché parlare delle iniziative – ha posto l’accento – voglio augurare una felice ripartenza agli artisti, che rappresentano un valore specifico di questo territorio”.

La programmazione degli spettacoli in cartellone partirà già da questa estate: sabato 11 luglio alla Rocca malatestiana andrà in scena “Così vicine” appuntamento della rassegna TeatrOltre, realizzato in collaborazione con “KLANG Altri suoni, altri spazi” (inizialmente programmato per il 22 marzo era stato rinviato al 31 maggio).

Un concerto che prende spunto dal repertorio di Ginevra Di Marco e Cristina Donà, con una scaletta dove le canzoni si intrecciano, le anime si fondono in un solo canto, un’occasione per ascoltare due grandissime voci per la prima volta insieme in un concerto dedicato alla loro lunga e prestigiosa storia artistica.

Altro appuntamento che entra nel cartellone estivo è l’attesissimo concerto “A star is born - La nascita delle stelle della musica”, una prima assoluta che andrà in scena all’Arena Bcc. La data è ancora da definire. Come nasce una stella: questo sarà il tema culturale sviluppato nella nuova produzione firmata dall’Orchestra Sinfonica Rossini, Roberto Molinelli, direttore e arrangiatore, e Claudio Salvi, testi, con la voce solista di Clarissa Vichi. A partire dalle hits dell’omonimo film musicale record d’incassi del 2019 fino ai grandi successi di artisti internazionali del repertorio pop-rock e non solo.

La formazione professionale, in alcuni casi la lunga gavetta, in altri un episodio determinante, in altri ancora la precocità di geni assoluti. Musiche da Lady Gaga a De Andrè, da Jackson a Mozart.

Gli appuntamenti online con la serie RaccontArti invece andranno avanti per tutto il mese: venerdì 19 e venerdì 26 giugno in programma gli ultimi due episodi, in streaming su YouTube a partire dalle 19.00.

Con l’attività teatrale riapre, da giovedì 18 giugno, anche il botteghino del Teatro della Fortuna. Gli orari di apertura saranno i seguenti: dal martedì alla domenica 10.00-12.30 e 17.00-19.30.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2020 alle 22:17 sul giornale del 16 giugno 2020 - 815 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, teatro della fortuna, Fondazione Teatro della Fortuna, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bn7D





logoEV