Operazione antidroga, Nuova Fano: "Il nostro grazie alle forze dell'ordine. Ora però dobbiamo riflettere"

3' di lettura Fano 03/06/2020 - La cronaca locale dall’inizio dell’anno è colma di resoconti su operazioni delle Forze dell’Ordine volte a contrastare la dilagante piaga del consumo e dello spaccio di stupefacenti nella terza città delle Marche. Infatti stiamo registrando una grande attività di polizia contro cani sciolti e organizzazioni criminali dedite allo spaccio della droga.

Le ultime due operazioni, dei Carabinieri e della Polizia Di Stato, che hanno interessato la nostra città, con l’arresto di spacciatori e il conseguente sequestro di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti ne danno un quadro molto preoccupante. Vorrei ricordare che in questi ultimi sei mesi sono state altre quattro le operazioni antidroga messe in essere dai Carabinieri.

La Nuova Fano ci tiene a rinnovare la stima nei confronti dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato ringraziandoli perché con la loro indubbia professionalità, dedizione e sacrificio ( per portare a termine certe indagini c’è bisogno di molto personale e mezzi che purtroppo non hanno e quindi devono sacrificarsi ulteriormente) hanno contrastato il rischio dell’inserimento di questa forma di criminalità dannosa e pericolosa per i nostri figli.

Non possiamo però nascondere che si tratta di operazioni, di Polizia Giudiziaria, che fanno preoccupare e devono far riflettere. Fano è diventata una delle piazze di spaccio più ambite infatti l’operazione fatta dal Commissariato di Polizia di Stato, che ha interessato la Frazione del Fenile, ha portato a stroncare un via vai di giovani che aspettavano il loro disseminatore di morte che è stato fortunatamente arrestato.

Le droghe sono un veleno per coloro che ne fanno assunzione ma anche un dramma per le famiglie e per la società . Personalmente nella mia vita lavorativa nelle forze dell’Ordine ho visto piangere e disperarsi giovani tossicodipendenti che non riuscivano a reagire per uscire dal tunnel della droga. Non possiamo essere indifferenti mi aspetto che la politica e l’Amministrazione Comunale riflettano e non trascurino questo fenomeno, fortemente testimoniato dal prezioso lavoro di contrasto delle nostre Forze dell’Ordine , mettendo in campo tutte le iniziative possibili per sensibilizzare e informare i nostri giovani così da creare una cultura che li aiuti e li metta in guardia per non cadere nella tentazione di offerenti senza scrupoli.

Ora si apre il tempo della Movida e sappiamo tutti che i ritrovi dei nostri ragazzi sono luoghi succulenti anche per le attività di spaccio. Un motivo in più per vigilare e intervenire con qualche iniziativa come ad esempio fare dei banchetti e distribuire volantini (importanti sono le testimonianze di giovani che sono caduti nel baratro della droga e ne sono fortunatamente usciti ) ,abbiamo la televisione , la Radio e tanti altri mezzi e speriamo che presto, da settembre, si possano fare delle iniziative importanti nelle scuole.

Importante ,inoltre, è l’occhio vigile dei cittadini che non devono mai girarsi dall’altra parte quando vedono cose che non convincono, anche quando non si tratta di droga, l’indifferenza porta al degrado.

La legge tutela l’identità di chi da informazioni alle Forze dell’Ordine , spesso anche una notizia, un movimento, un segnale anormale che può arrivare anche dai nostri figli è prezioso per arrivare a grandi risultati.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2020 alle 15:10 sul giornale del 04 giugno 2020 - 268 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Circolo Nuova Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bm4r





logoEV