Isola pedonale in centro, Amadei (PdF): "Solo se veramente utile a tutti"

area pedonale 2' di lettura 03/06/2020 - "I provvedimenti che tutelino la salute e l’ambiente sono sicuramente utili e auspicabili, ma ci sono numerose domande che il governo di una città dovrebbe porsi prima di prendere tali decisioni." Questo ha dichiarato Gabriele Amadei referente provinciale del Popolo della Famiglia per Pesaro-Urbino, commentando i numerosi articoli pubblicati su tale argomento.

"Ogni azione di governo, anche a livello cittadino, dovrebbe sempre tener conto dell’effettivo bene delle persone che vivono nella comunità. In questo momento, dopo tre mesi di blocco, le attività artigianali e commerciali sono in crisi profonda: aiuti irrisori che tardano ad arrivare (perfino gli aiuti europei saranno forse solo per il 2021), ma nel frattempo le categorie in questione hanno dovuto comunque sopportare affitti, tributi e utenze, che nessuno ha voluto annullare o ridurre.

L’ipotesi di chiudere i pochi parcheggi ancora rimasti nel centro cittadino, comporterà sicuramente l’esodo di tante persone ad altre soluzioni, fra cui i centri commerciali, con un ulteriore penalizzazione degli esercizi commerciali esistenti.

Avremo così un bellissimo (veramente!) salotto cittadino, ma praticamente deserto.

Infatti, l’amministrazione comunale di Urbino sta proprio pensando di liberalizzare, almeno fino ad autunno, l’ingresso del centro storico.

E’ illusorio calare dall’alto, con direttive restrittive e penalizzanti – quando addirittura costose – , quella che dovrebbe essere invece una matura coscienza educata al rispetto di sé e della propria comunità: cultura ben lungi dall’essere diffusa, come dimostrano le piste ciclabili (lungomare fino a Fosso Sejore e quella più recente per Fenile), praticamente vuote con nugoli di ciclisti che ancora insistono sulle carreggiate stradali!

Davvero l’Amministrazione vuole convincere i cittadini della necessità di tutelare l’ambiente vietando l’uso dell’auto o rendendola impossibile da utilizzare?

Inoltre l’Amministrazione ha considerato che tutte le macchine, che non potranno utilizzare i parcheggi all’interno delle cinte murarie, si riverseranno nelle strade e parcheggi adiacenti al centro? E gli abitanti di tali quartieri dovranno subire inquinamento, confusione e disagi?

Una scelta, pur sempre auspicabile, di rendere più vivibile il centro storico, di valorizzarlo, ma anche di arricchirlo e permetterne uno sviluppo economico equilibrato, potrà essere applicata quando si offrirà, ai cittadini e ai turisti, la possibilità di avvicinarsi alle bellezze della nostra Fano.

Il Popolo della Famiglia richiamerà sempre si, ai valori dell’ambiente, ma soprattutto a quelli della persona, a cui tutto deve essere ricondotto."








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2020 alle 15:37 sul giornale del 04 giugno 2020 - 245 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, area pedonale, il popolo della famiglia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bm4N





logoEV
logoEV